Commenta

Comunità Sociale Cremasca:
possibilità di erogazione dei
servizi ‘a distanza’

La sede di CSC

L’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Covid-19 non ferma i servizi di Comunità Sociale Cremasca. Si è infatti scelto di offrire l’opportunità di proseguire l’erogazione – specialmente per i casi più sensibili – utilizzando la tecnologia smart. ADM (Assistenza Domiciliare Minori), SAAP (Servizio di Assistenza per l’Autonomia Personale), SAD (Servizio di Assistenza Domiciliare), SADH (Servizio di Assistenza Domiciliare Disabili portatori di Handicap) e SIP (Servizio Incontri Protetti) potranno proseguire, a distanza, attraverso chiamate e videochiamate.

L’input è arrivato dai Comuni stessi, che si sono interrogati su come gestire situazioni di particolare disagio. Per questo CSC ha modificato il proprio sistema gestionale, al fine di permettere ai singoli operatori di portare avanti l’attività di sostegno. La lettera inviata dal direttore Davide Vighi e dalla Presidente Angela Beretta ai sindaci del Cremasco, qui allegata, spiega le modalità tecniche da utilizzare qualora l’Amministrazione decidesse di attivare le prestazioni a distanza. “Cerchiamo di rispondere al meglio per dare continuità ai servizi e per venire incontro alle esigenze delle Amministrazioni comunali in questo momento delicato”.

QUI la lettera di CSC ai sindaci

© Riproduzione riservata
Commenti