Commenta

Cittadini, associazioni e
aziende: tutti in corsa con
'Uniti per la provincia di Cr'

La raccolta di fondi per l’associazione ‘Uniti per la Provincia di Cremona’ ha superato il milione e 300mila euro. Tanti i cittadini che hanno sottoscritto un versamento sul conto del Credito Padano (2.700 persone) ma tante anche le associazioni e le aziende che hanno voluto contribuire, con grande spirito di solidarietà, a sostenere il lavoro di medici, infermieri e volontari da un mese in prima linea contro il coronavirus.

Tra le aziende che hanno voluto sostenere l’Associazione, nell’elenco odierno figurano la Meccanica Fantini, Achitex Minerva, il Consorzio Agrario Provinciale di Cremona (con 50 mila euro), la Lameri (30mila euro), il Consorzio del Pomodoro (50mila euro), la Sivi,Corradi e Ghisolfi srl, Agromais (15mila euro), il Torrazzo assicurazioni, Euronord Spa (15mila euro).

Ed ancora da registrare il contributo di Confcooperative, della Società Editrice Cremonese, dell’Associazione Industriali di Cremona (50 mila euro). Ci sono altri tre comuni (dopo quello di Crotta e quello di Crema) che hanno deciso di aderire. Si tratta dei comuni di Voltido, San Martino del Lago e Solarolo Rainerio.

Ha anche aderito all’associazione la Fondazione Città di Cremona con 10mila euro e la Cremasca Servizi. Ancora adesioni dal mondo delle associazioni e del volontariato: il coro dell’Associazione Nazionale Alpini di Cremona, l’oratorio don Bosco di Scandolara Ravara, volontari della parrocchia di Sant’Andrea, l’Avis di Soresina, l’us Acli Stradivari, la Uil Alimentari.

© Riproduzione riservata
Commenti