Commenta

Sraffa-Marazzi:
ippoterapia al Cre
grazie al Lions Crema Host

Si è svolta stamane presso la sede del Centro di Riabilitazione Equestre “Emanuela Setti Carraro Dalla Chiesa” di Crema, la conferenza stampa per informare la cittadinanza del progetto rivolto ad un gruppo di alunni con bisogni educativi speciali dello Sraffa-Marazzi, grazie al finanziamento del Lions Club Crema Host. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di usufruire della struttura di via Verdi e della competenza delle terapiste, per un articolato percorso di ippoterapia: divisi in due gruppi, i ragazzi dal mese di ottobre per una volta alla settimana si sono recati al Cre, accompagnati da docenti di sostegno ed educatori, e successivamente sono stati guidati dalle terapiste in un lavoro personalizzato con il cavallo prescelto.
Obiettivi. L’obiettivo del progetto è stato quello di implementare le autonomie personali, migliorando la sensibilità e la stimolazione sensoriale, attraverso l’acquisizione di codici comunicativi con l’animale, mediatore relazionale, ma anche stimolo delle capacità coordinative e di attenzione. Contemporaneamente all’attività con il cavallo, i ragazzi insieme agli educatori ed ai docenti hanno svolto altre attività: dalla conoscenza delle strutture del Cre, alle attività quotidiane svolte dai volontari che curano gli animali presenti, ai laboratori creativi, per stimolare la manualità e l’orientamento all’interno degli Stalloni.
Fare rete. “Siamo orgogliosi di essere da oltre 40 anni presenti sul territorio e di riuscire a fare rete, in questo caso con la scuola e l’Istituto Sraffa-Marazzi in particolare” ha detto il direttore del Cre, Agostino Savoldi ringraziando il sostegno economico del Lions Crema Host, non solo per il progetto con lo Sraffa, ma per la costante vicinanza che il club di servizio assicura al Cre, fin dalla sua costituzione. “Bravi ai ragazzi, agli educatori e ai docenti che li hanno affiancati anche nella realizzazione di questa rappresentazione in 3 D del complesso degli Stalloni” ha concluso Savoldi, compiaciuto del prodotto finale. Pierfranco Campari, presidente Lions Crema Host ha rimarcato l’attenzione che da sempre il club ha nei confronti delle persone che hanno abilità diverse, cercando anche di sostenere le iniziative ritenute meritevoli di attenzione.
Inclusione. All’incontro hanno partecipato anche Riccardo Murabito, in rappresentanza del Lions e per il Cre, la terapista psicomotricista Monica Marazzi, che con dedizione, professionalità e passione ha saputo trasmettere ai ragazzi l’importanza di affrontare e superare ciascuno i propri limiti. Per la scuola di via Piacenza, presente la prof.ssa Rossana Rusconi, responsabile delle attività di sostegno dell’Istituto Sraffa-Marazzi, che conta oltre un centinaio di alunni affiancati dal docente di sostegno e la dirigente Roberta Di Paolantonio, la quale ha evidenziato l’attenzione della scuola verso ogni attività inclusiva e in grado di aggiungere e implementare l’offerta didattica complessiva, in questo caso, possibile grazie al sostegno economico garantito dal Lions Crema Host.
Sentito da parte di tutti, il riconoscimento ai volontari che operano all’interno del Cre, senza i quali, anche questo progetto, come tutte le altre meritorie attività offerte al territorio, sarebbe difficile garantire.

© Riproduzione riservata
Commenti