Ultim'ora
Commenta

Domenica la 34esima edizione
del Carnevale Cremasco
tra conferme e tante novità

Una manifestazione che “sa attrarre”, come l’ha definita il presidente della ProLoco di Crema Vincenzo Cappelli.

E’ ai nastri di partenza la 34esima edizione del Gran Carnevale Cremasco, presentata nel tardo pomeriggio di mercoledì 5 febbraio. Il Comitato organizzatore ha raccontato alla stampa le novità del 2020, non prima di aver ringraziato “tutti i volontari. Senza di loro questa manifestazione non esiterebbe”, ha sottolineato il presidente Eugenio Pisati.

Si parte questo sabato, 8 febbraio, alle 21 presso il teatro San Domenico, con la consegna delle chiavi della città da parte del sindaco Bonaldi e il concerto dell’orchestra ‘Il Trillo’ e l’attesissimo inno del carnevale a firma dell’ormai celebre rapper nostrano Alessandro Bosio.

Il giorno seguente, domenica 9, si terrà lo spettacolo per le vie del centro storico (evento gratuito) che fa da preludio alle 3 domeniche dedicate ai grandi carri allegorici (16-23 febbraio e 1 marzo). Cinque, come sempre, in lizza per il primo premio:

  • Odissea – Barabét
  • La leggenda del Drago Tarantasio – Barabét
  • Una gabbia di matti – Barabét
  • Un giorno di festa – Gli amici (in collaborazione con i Barabét)
  • Rio – Pantelù

“Arriviamo da una anno difficile, sia per la defezione di alcuni volontari (per motivi personali, ndr) sia perché abbiamo rischiato di perdere ‘la casa’ – ha dichiarato il presidente Pisati- Fortunatamente l’imprenditore Rossini ha acquistato il capannone che ospita la nostra sede e dove lavoriamo ogni giorno per tutto l’anno e potremo continuare a offrire il Carnevale alla città”.

Come l’anno scorso, Bosio sarà presente tutte le domeniche di festa – ospite del carro ‘Odissea’ – e dalla sua recente avventura a Mediaset al programma ‘Avanti un altro’ porterà a Crema nientemeno che la modella brasiliana Kenia Fernandes (meglio conosciuta, all’interno del programma, come ‘Brasile’) che farà da madrina della kermesse nella giornata del 16 febbraio.
Sempre con il gruppo di Alessandro Bosio, il Comitato ha deciso di girare un docu-video che racconta tutto il backstage della manifestazione: come nasce l’idea del carro, come si costruisce, la suddivisione del lavoro… fino alla sfilata ne circuito di piazza Giovanni XXIII. Un vero e proprio lascito di una tradizione storica della città, che sarà diffuso la sera del 16 febbraio sui canali social.
A fianco della manifestazione principale, come ogni anno, il raduno camperisti, i mercatini in piazza Duomo, lo street-food ai Giardini di Porta Serio e l’area bimbi a Porta Ombriano. Un’ultima novità, grazie al lavoro di Davide Pisati, è il coinvolgimento delle scuole del territorio (Ispe e Sraffa-Marazzi) per l’alternanza scuola lavoro. Gli studenti saranno impegnati in visite guidate, trucco e parrucco, e anche con una bancarella a scopo di beneficenza.
Un’ultimo flash: sul palco insieme a Davide Pisati e Gianluca Savoldi, sarà presente quest’anno Serena Doldi, voce femminile a corredo delle sfilate.
Non resta che attendere domenica e iniziare i festeggiamenti.
Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti