Commenta

‘Racconti per tutti’: Ambiente
e mix di culture nel libro
dei bambini di Monte

Presentato nei giorni scorsi presso la bella sede della biblioteca comunale di Monte Cremasco, il volume Racconti per tutti, curato dagli alunni delle classi 4 A, 5 A e 5 B della scuola primaria “Alfredo Gatti” di Monte Cremasco, nell’ambito del laboratorio di scrittura creativa condotto dall’esperto esterno Simone Draghetti, responsabile editoriale di Linee Infinite di Lodi.
“Si tratta della prosecuzione di un’iniziativa ormai consolidata negli anni con l’ Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Bagnolo Cremasco, che gradualmente sta interessando tutti i plessi. Quest’anno il progetto oltre alle sedi di Bagnolo e Vaiano, per la prima volta ha coinvolto il plesso della primaria di Monte. Il corso di scrittura creativa – aggiunge Simone Draghetti – non ha solo una finalità scolastica, ma porta alla realizzazione di un libro di racconti, che ora si potrà trovare in libreria, con gli stessi bambini che saranno protagonisti nelle prossime settimane di apposite presentazioni”.
Attenzione ai dettagli. “I bambini sono stati divisi in gruppi, impegnati a preparare testi su tematiche diverse: racconti di fantasia per la classe quarta, multiculturalità ed ecologia rispettivamente per la 5 A e 5 B” aggiunge la responsabile del plesso di Monte, Erika Cazzamali, che assieme alla collega Tiziana Garbelli ha affiancato Simone Draghetti nel progetto, sviluppatosi nei mesi di ottobre e novembre, con la collaborazione delle altre insegnanti: Daniela Serina, Manuela Zecchini, Giada Cremaschi, Giovanna Cugini, Claudia Fornasiero, Elisa Rossi. Si è complimentato con tutti il sindaco di Monte, Giuseppe Lupo Stanghellini, sottolineando la qualità dei racconti e l’attenzione che i bambini hanno dimostrato di avere per i dettagli: “Leggendo i loro racconti – commenta il sindaco – si evidenziano quali elementi caratterizzanti, l’amicizia e la solidarietà, ma anche la condizione femminile e i temi legati all’inquinamento”. Tra i diciassette racconti presenti, suscita ilarità nel sindaco l’associazione che i bambini fanno tra la figura del re e quella del sindaco.
Spazio alla creatività. Soddisfatta per il prodotto finale del progetto, la dirigente scolastica dell’IC di Bagnolo, Paola Orini, secondo la quale: “Questi laboratori sono molto utili perché danno spazio alla creatività e alla capacità di riflessione, consentendo ai bambini di mettersi in gioco, esporsi e comunicare. Noi – conclude la preside – abbiamo iniziato 3 anni fa e proseguiamo in questo progetto, grazie anche al sostegno dei comuni, come testimonia la presenza del sindaco di Monte e della vice con delega alla cultura ed alla biblioteca Rosa Gabriella Vanazzi, che qui ci ha messo a disposizione la struttura”.
I prossimi appuntamenti dell’IC di Bagnolo. Analoga presentazione si terrà a Vaiano, il prossimo mese di febbraio, quando gli alunni della locale scuola media presenteranno il loro lavoro. Si terrà invece giovedì 30 gennaio, la presentazione dell ’Atlante toponomastico di Vaiano, curato dai proff.  Andrea Finocchiario e  Valerio Ferrari. La pubblicazione rientra in un percorso più ampio, nell’ambito di una rete collegata all’IC di Offanengo, in parte finanziato dal ministero ed in parte dal comune, senza dimenticare il sostegno di imprenditori illuminati come Umberto Cabini. I ragazzi della media di Vaiano hanno collaborato nella ricostruzione dell’origine delle strade del paese e dei nomi, ricorrendo agli aneddoti raccontati dai nonni.
Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti