Commenta

M5s: 'Crema e i suoi
amministratori succubi di
folli scelte Cremona-centriche'

“In questi giorni stiamo nuovamente assistendo al balletto delle dichiarazioni a favore dell’autostrada Cremona-Mantova, una cattedrale nel deserto economicamente, ambientalmente ed infrastrutturalmente insostenibile, come dice anche Regione Lombardia nei suoi doc ufficiali. Il M5S non è contro le opere a prescindere, ma i soldi vanno spesi per quelle necessarie, mentre invece sembra che si debbano fare opere, anche insensate, solo per il gusto di spendere soldi. Come M5S abbiamo studiato il dossier sull’autostrada CR-MN senza nessun preconcetto ideologico, ma le conclusioni finali non possono far altro che bocciare quest’opera, che ci porterebbe ad avere l’ennesima autostrada carissima ed inutilizzata. Il M5S lo ribadisce per essere chiari: l’opzione migliore e l’unica razionalmente percorribile è quella della riqualificazione della strada statale già esistente, la ex ss10, con raddoppio delle corsie esattamente come avviene tra Crema e Milano. Con l’ex Ministro Toninelli ed i nostri consiglieri Regionali Fiasconaro e Degli Angeli, erano state create le condizioni di un progetto con ANAS che avrebbe messo fine a code e disagi. Il M5S Cremasco condanna senza mezzi termini la totale subalternità di una classe politica cremasca che, pur essendo consapevole dell’inutilità dell’opera, non solleva dubbi, avallando scelte di irresponsabili amministratori cremonesi. Sono da ricordare a tutti le parole del governatore Attilio Fontana: se la Regione finanzierà l’autostrada CR-MN, su indicazione degli enti locali provinciali, non vi saranno più finanziamenti per nessun’altra opera sul territorio della provincia di Cremona. Nel Cremasco abbiamo poli produttivi internazionali d’eccellenza che non hanno nemmeno una tangenzialina, i cui progetti, da studiare e finanziare al più presto, sono fermi e ignorati dagli amministratori. Ci sono aziende isolate e non raggiungibili nemmeno dai camion che devono trasportare la loro merce. Abbiamo poi la linea ferroviaria Cremona-Crema-Milano che è pietosa, per utilizzare un eufemismo, una Paullese incompleta che crea solo disagi ai cittadini del nostro territorio, ma tutti i soldi che Regione Lombardia può mettere sul piatto li investiamo per l’autostrada CR-MN, l’ennesima cattedrale nel deserto, senza un piano economico sostenibile e che avrebbe un pedaggio che si avvicinerà a quello della carissima BRE.BE.MI. E il Cremasco che fa? Avvalla le folle scelte di Galimberti, Pizzetti, Salini o Malvezzi, che, loro sì, hanno posizione ideologiche nel voler fare a tutti costi opere inutili ed estremamente costose? Il Sindaco di Crema Bonaldi e i Sindaci dell’Area Omogenea battano un colpo e alzino la voce per affermare la loro contrarietà a un’opera, che condannerebbe il nostro territorio a non poter avere, nei prossimi anni, finanziamenti regionali per opere davvero utili e necessarie. Il M5S Cremasco è molto preoccupato per il futuro del nostro sempre più abbandonato territorio.  Auspichiamo che anche il probabile futuro Presidente della Provincia Mirko Signoroni possa far pesare il peso della Provincia verso la soluzione più logica e migliore possibile per tutti: quella della riqualificazione della strada esistente. Questo per non veder bruciati miliardi di soldi pubblici a favore dell’ennesima cattedrale e a discapito dell’intera Provincia”.

© Riproduzione riservata
Commenti