Commenta

Oli alimentari esausti, M5S
chiede più punti di raccolta
anche in centro città

Il consigliere comunale Manuel Draghetti (M5S), ha pronta una mozione per sollecitare il Comune di Crema “ad attivarsi, presso Linea Gestioni, per avere più punti di raccolta dell’olio esausto anche all’interno del centro abitato, dei quartieri e in punti strategici, in modo tale da agevolare i cittadini a un corretto smaltimento per proteggere l’acqua e l’ambiente; a coinvolgere tutti i punti vendita della grande distribuzione nel disporre dei punti di raccolta presso il proprio esercizio commerciale.”

La mozione nasce dalla constatazione che a Crema  “l’olio alimentare esausto si può riciclare mediante la consegna presso l’isola ecologica o nei raccoglitori all’Ipercoop Gran Rondò”, ma per il resto, “uno smaltimento non corretto degli oli vegetali esausti, prodotti in casa o a livello industriale, può avere conseguenze serie sull’ambiente che ci circonda; se sversato in specchi d’acqua superficiali, può seriamente compromettere l’esistenza della flora e della fauna sottostanti; si stima che 1 kg di olio vegetale esausto possa uniformemente distribuirsi fino a ricoprire una superficie di 1.000 metri quadrati”.

© Riproduzione riservata
Commenti