Commenta

Arresto per pedofilia:
le reazioni politiche
di M5S e Lega

A seguito dell’arresto, nei giorni scorsi, del presunto pedofilo cremasco che avrebbe adescato due bambine di 10 anni nella sua abitazione, non mancano reazioni anche a sfondo politico. In una nota stampa a firma dell’onorevole cremasca della Lega, Claudia Gobbato,  viene evidenziato che “si tratta di fatti gravissimi per i quali sono necessari deterrenti seri e importanti affinché non si ripetano” si legge nel documento. “Reati che non dovrebbero mai accadere e che devono essere puniti con misure drastiche. Lo dico da mamma e da capogruppo della Lega in Commissione per l’Infanzia e per l’Adolescenza. È ormai necessario approvare una legge che preveda l’utilizzo della castrazione chimica per reati così gravi in modo che questi soggetti non possano più porre in essere azioni terribili”.

Anche il Consigliere Comunale del comune di Crema del M5S Manuel Draghetti si esprime a tale proposito dichiarando che “è triste e scandaloso leggere i fatti di cronaca che coinvolgono due bambine che hanno subito molestie sessuali” sottolinea. “Spero davvero che questo criminale venga consegnato alla Giustizia e paghi per gli atti osceni compiuti. Non può esserci tolleranza! Se devo poi commentare le dichiarazioni, strumentali, del Ministro Salvini stendo un velo pietoso, non certo dettato dall’attuale situazione politica, dato che mi ero già espresso in tempi non sospetti sulla proposta totalmente demagogica della castrazione chimica, invocata continuamente dalla Lega e da Salvini”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti