Commenta

Romanengo, Sangiovanni:
'Rappresentante di minoranza
nel nuovo cda fond. Vezzoli'

Sul rinnovo del Cda della fondazione Vezzoli, interviene il gruppo consigliare La Rocca, con il capogruppo Mario Sangiovanni.

“A breve – afferma Sangiovanni –  il Sindaco di Romanengo, nel rispetto dei termini dall’insediamento del Consiglio Comunale, nominerà il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Vezzoli che opererà nella tornata amministrativa 2019-2024. Considerata l’importanza di questa istituzione territoriale, il Gruppo consiliare La Rocca si augura che la scelta ricada su figure che sappiano svolgere al meglio, con competenza e impegno, il compito che gli verrà affidato. L’importante valenza socio-sanitaria e la consolidata esperienza fanno della Fondazione Vezzoli un riferimento territoriale imprescindibile.
L’obiettivo primario da perseguire sarà quello di un continuo miglioramento dei servizi offerti agli ospiti per soddisfare le esigenze loro e quelle dei loro famigliari. Dovranno inoltre essere intraprese importanti sfide strategiche per la crescita della Fondazione. Una di queste è rappresentata senz’altro dall’ipotizzato intervento di riqualificazione dell’ex scuola elementare (con destinazione d’uso definita per servizi in ambito socio assistenziale/sanitario o con finalità sociale) oggi di proprietà di un privato e per la quale potranno essere elaborate significative sinergie di utilizzo e gestione. Questa iniziativa potrebbe essere fonte di nuovi servizi per la comunità e il territorio, di nuovi posti di lavoro, oltre che della riqualificazione di un importante ambito urbano.
Per raggiungere l’ambizioso obiettivo è necessario prevedere una soluzione che apporti benefici a tutte le parti (compreso il Comune di Romanengo anche in termini economici con l’introito degli oneri correlati all’intervento edilizio, circa 400.000 euro). Consapevoli dell’importanza istituzionale e strategica della Fondazione Vezzoli e della necessità di avviare un processo di condivisione degli obiettivi, al di là di ogni logica di appartenenza, ci auguriamo che il Sindaco Polla, nella definizione del nuovo Consiglio di Amministrazione, tenga conto della disponibilità offerta dal gruppo consiliare La Rocca, prevedendo così la presenza di almeno un componente all’interno dell’organo di governance della Fondazione, indicato dal nostro gruppo consiliare.
Il nostro obiettivo non è certo quello di occupare “poltrone” (tra l’altro non retribuite), ma di garantire rappresentanza democratica e partecipata all’interno dell’ente terzo più importante del nostro paese, la Fondazione Vezzoli, così da poter intraprendere ed affrontare al meglio, in una logica condivisa e di grande respiro, la programmazione futura”.

© Riproduzione riservata
Commenti