Commenta

CCSA Contemporaneo:
tre mostre di giovani
nelle sale Agello

#ccsacontemporaneo è un progetto dell’assessorato alla Cultura del Comune di Crema nato lo scorso anno per dare spazio alla ricerca artistica e avvicinare il pubblico agli artisti emergenti. Le sale Agello del Sant’Agostino ospiteranno, per la seconda edizione, tre mostre dedicate a progetti di artisti rigorosamente under35.

La prima si svolgerà a strettissimo giro dalla scelta delle commissione, avvenuta qualche giorno fa e alla quale hanno preso parte, oltre all’assessore Nichetti, la storica dell’arte Sara Fontana, l’imprenditore e collezionista Francesco Buzzella, Silvia Scaravaggi e Francesca Moruzzi.

Si parte dunque con le classi terze, quarte e quinte del liceo Munari di Crema, coordinati dai professori Elisa Tagliati, Gianni Macalli e Sabrina Grossi. I ragazzi, attraverso quattro linguaggi artistici differenti (video, installazioni polimateriche, fotografia e disegno) hanno creato “opere che dialogano con la contemporaneità, tendendo ad uscire dai canoni classici della didattica artistica, indagando temi e linguaggi che appartengono all’oggi”.

Come ha sottolineato il professor Macalli, l’auspicio è quello che “tra le due istituzioni (Comune e scuola, ndr) nasca una dialettica che permetta di portare avanti progetti come questo”. La mostra, intitolata “Fuori classe”, sarà inaugurata il 10 maggio alle 18. 

Nicol Russo e Daniela Tasca, studentesse dell’Accademia d’arte di Bergamo, porteranno a Crema “Tramagli“, che sviscera il tema dell’incontro/scontro tra uomo e natura in un intreccio – e dato il titolo della mostra è proprio il caso di dirlo – tra mare e giardini, prediligendo il disegno. L’astrazione della forma, nelle opere delle due giovani, diventa l’occhio con il quale guardare la natura. L’inaugurazione si svolgerà il 14 settembre alle 18.

Terminal” è invece il titolo dato alla mostra del collettivo artistico “La Faretra”, che porterà le proprie opere a Crema dal 7 al 15 dicembre 2019. Il gruppo eterogeneo di giovani dedica la propria esposizione, formata da svariati linguaggi d’arte, a Leonardo Da Vinci, in occasione del 500esimo dalla morte. Non il solito Leonardo, però: i ragazzi si sono infatti concentrati sugli spostamenti del genio toscano, sui suoi viaggi e i luoghi significativi della sua vita. Per questo il richiamo al ‘terminal’ degli aereoporti.

Un’attività, quella del CCSA Contemporaneo “che si sta intensificando – ha dichiarato l’assessore Nichetti – e nella quale crediamo fortemente, perché la volontà dell’Amministrazione è sempre quella di dare spazi e opportunità ai giovani”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti