Commenta

Riccardo Crotti ha
vinto: sarà presidente
degli Agricoltori

Sarà Riccardo Crotti il nuovo presidente della Libera Agricoltori. Dopo la lunga presidenza di Mario Maestroni, quella altrettanto lunga di Antonio Piva, quella breve (per commissariamento) di Filippini e poi di Nolli (che non si è ripresentato), tocca infatti al veterinario cremasco guidare l’Associazione degli Agricoltori Cremonesi. Crotti, veterinario, ha una lunga esperienza nelle associazioni professionali agricole, dopo aver guidato a lungo l’Associazione degli Allevatori ed essere stato a lungo candidato alla presidenza della Fiera (di cui era nel Cda). La sua lista ha infatti battuto quella di Cesare Baldrighi. Solo intorno a mezzanotte è finito il conteggio dei voti di lista. Crotti ha vinto con 20 consiglieri contro i 15 di Baldrighi. A questi voti vanno aggiunti i due consiglieri di diritto, Cesare Pasquali per i pensionati e Roberto Bellini in rappresentanza dei giovani, verosimilmente staranno entrambi con Crotti. Quindi Riccardo Crotti avrà una maggioranza netta anche se ieri sera qualcuno ipotizzava una gestione unitaria dell’Associazione, ipotesi certamente difficile da percorrere dopo le tensioni di questi anni. L’elezione avverrà al primo consiglio generale della Libera previsto già per la prossima settimana.  Da rilevare la bassa affluenza di soci (890), soltanto poco metà della metà degli aventi diritto. 

Ma come sono stati ripartiti i seggi? Baldrighi ha fatto man bassa, come da previsioni, nella zona di Cremona prendendo tutti e 10 i seggi mentre Crotti si è aggiudicato tutti i seggi di Crema, di Soresina, di Casalmaggiore. Tra le sezioni delle categorie professionali, 7 in totale, 5 sono andate a Baldrighi, 2 sole a Crotti, Latte e Orticole-bieticole e florovivaisti.

Ecco gli eletti comunicati dalla Libera:

Zona Cremona (10 seggi): Nicola Cesare Baldrighi, Stefano Pasquali, Elisabetta Quaini e Andrea Guarneri (proprietari), Antonio Scaglia e Paolo Salomoni (affittuari), Cesare Soldi, Federico Dizioli, Stefano Fioni e Carlo Angelo Vezzini (impresa familiare).

Zona Crema (7 seggi): Artemio Mario Fusar Poli e Riccardo Crotti (proprietari), Ivan Severgnini e Maurizio Roldi (affittuari), Arturo Padovani, Roberto Bellini e Ernesto Zaghen (impresa familiare).

Zona Casalmaggiore (6 consiglieri): Vittorio Sarzi Amadè e Egino Galli (proprietari), Matteo Bernardi e Mario Bislenghi (affittuari), Matteo Anghinoni e Sebastiano Bongiovanni (impresa familiare).

Zona Soresina (5 consiglieri): Marco Stringhini Ciboldi e Vincenzo Marchini (proprietari), Amedeo Alfredo Ardigò (affittuari), Lorenzo Severgnini e Roberto Biloni (impresa familiare).

Sezione  Zootecnica: Davide Berta, Riccardo Crotti, Federico Dizioli, Francesco Fappanni, Stefano Fioni, Emanuela Donelli Ferlenghi, Antonio Scaglia.

Sezione Latte: Arturo Padovani, Artemio Mario Fusar Poli, Maurizio Roldi, Elisabetta Quaini, Libero Giovanni Stradiotti, Carlo Alberto Gipponi, Fabio Orsini.

Cereali e proteoleaginose: Amedeo Alfredo Ardigò, Cesare Soldi, Vittorio Balestreri, Roberto Bellini, Amilcare Oreste Mainardi, Gianpietro Lena, Francesco Fappanni.

Essenze legnose e florovivaisti: Stefano Bassi, Elisabetta Petracco, Angelo Bonetta, Davide Pazzini, Angelo Valenti.

Orticole-bieticole-frutta (Crotti): Matteo Bernardi, Sebastiano Bongiovanni, Masimo Bacchi, Paola Vallari, Vittorio Sarzi Amadè, Carlo Tentolini, Giuseppe Petazzini.

Agroenergia: Andrea Guarneri, Gabriella Poli, Stefano Pasquali, Davide Berta, Maurizio Caligari.

Agriturismo: Laura Baronchelli, Igino Soldi, Dario Stefani, Pietro Bertesago.

© Riproduzione riservata
Commenti