Commenta

Sostenibilità e tecnologia:
ecco il nuovo capannone
della Ancorotti Cosmetics

Recuperato dai locali della ex Olivetti, verrà inaugurato ufficialmente prima dell'estate

Sarà inaugurato prima dell’estate, ma è già operativo il nuovo capannone della Ancorotti Cosmetics, realizzato grazie al recupero degli immensi locali della ex Olivetti. I lavori, diretti dall’architetto Marco Ermentini, sono terminati e operai e impiegati sono già al lavoro.

Sostenibilità e tecnologia sono i binari sui quali viaggia l’azienda, che nel 2018 ha chiuso con un fatturato di 102 milioni di euro. Ne è un esempio lampante il robot utilizzato per il reparto logistica, che trasporta (seguendo un tracciato a terra) le materie prime davanti a ciascun reparto. Ma anche la digitalizzazione dell’archivio e della parte amministrativa è stata un grande passo avanti per velocizzare e snellire i processi.

Sul fronte della sostenibilità, oltre a non aver costruito un solo metro quadro in più di cemento, la Ancorotti Cosmetics ha installato un impianto che recupera il solvente delle polveri in cottura: “Nessuno scarico di prodotti inquinanti, nessuna immissione nell’atmosfera”, ha commentato Renato Ancorotti. Orgoglio, da parte del presidente, anche per aver “sanato una ferita urbanistica della città, mantendo viva la zona industriale”.

E per il recupero totale della ex Olivetti manca ancora circa il 15%, “che verrà anch’esso destinato alla produzione”. Nel frattempo sono attivi, per la sola realizzazione dei mascara (fiore all’occhiello dell’azienda) otto macchinari che ‘sfornano’ 15.000 pezzi in un solo turno. “A questi se ne aggiungeranno altri due, per un totale di 300.000 pezzi al giorno”.

I dipendenti operano in un fabbricato dove le polveri vengono aspirate da un impianto di ultima generazione, “perché la salute di chi lavora qui è al primo posto. Non a caso abbiamo investito 18 milioni per gli impianti”. Aria condizionata ovunque d’estate e, ovviamente, riscaldamento in inverno; quattro sale ristoro, spogliatoi, infermeria e persino sale fumatori.

Ma la mission aziendale va oltre. Sono infatti attive delle facilitazioni sugli orari per stimolare i dipendenti che non hanno ancora ottenuto il diloma ad iscriversi a corsi e/o scuole serali. “Alcune persone, per questioni personali, hanno dovuto rinunciare agli studi. Chi lo desidera può usufruire delle agevolazioni sugli orari dei turni e riprendere la scuola”. Questo è possibile grazie anche alla stabilizzazione dei contratti, che dal gennaio 2018 ha portato a 110 assunzioni a tempo indeterminato. 363, in totale, i dipendenti della Ancorotti Cosmetics; il 64% sono donne. 25 i Paesi di provenienza, mentre l’età media è di 34 anni.

E per il 2019 la Ancorotti Cosmetics vuole crescere ancora: si punta infatti ai 119 milioni di fatturato. “Siamo in grande espansione sul mercato americano, molto stimolante”, ha dichiarato il presidente. Bisognerà invece attendere un po’ per i risultati verso Oriente, anch’essa sfida in programma, “ma per la quale vogliamo prima raccogliere tutte le skills necessarie”.

Ambra Bellandi

 

© Riproduzione riservata
Commenti