Commenta

Cittadinanza a Ramy, Salvini:
'Verifichiamo se concederla
per motivi eccezionali'

Salvini incontrerà a breve Ramy il bambino eroe dell’autobus incendiato, il cui padre ha chiesto di concedere al figlio la cittadinanza italiana. Una cosa fattibile, secondo il vice premier, che ai giornalisti ha rivelato di aver avviato le verifiche del caso per capire se sia possibile concedere una cittadinanza per motivi eccezionali al bambino che, grazie al suo intervento, ha salvato i compagni di scuola di quell’autobus infernale, condotto dal senegalese Ousseinou Sy, per i quale nei giorni scorsi le autorità competenti hanno confermato il reato di strage aggravato da fini terroristici.

Salvini ha però ribadito che la legge sullo Ius soli non cambierà. “Non vedo l’ora che tanti ragazzini compiano 18 anni per fare parte della nostra meravigliosa comunità” ha detto il vice premier. “La cittadinanza è una cosa seria e arriva alla fine dei un percorso. Si può dare per motivi eccezionali, io stesso ne ho firmate per motivi eccezionali, però la legge è questa e non si tocca”. Del resto, per Salvini, “l’Italia è il Paese europeo che concede più cittadinanze con la normativa vigente, quindi non si capisce la necessità di fare scorciatoie”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti