Commenta

Scambio culturale tra gli
studenti del Pacioli e quelli
di Nanning grazie all'Ipc

Un ponte culturale e generazionale che nasce dopo il percorso di gemellaggio tra la città di Crema e quella di Nanning, in Cina. “Questo scambio sigilla le azioni concrete portate avanti in questi anni”, ha commentato Morena Saltini, presidente Ipc (Italian Promotion Center, ndr).

Il progetto coinvolge gli studenti delle quarte D ed E del corso di relazioni internazionali dell’istituto Pacioli. Un’idea nata nel 2014, “ad un tavolo di lavoro cui hanno partecipato il sindaco Bonaldi, alcuni esponenti politici di Nanning, l’associazione Industriali e i referenti scolastici”, come spiegato dalla docente di cinese del Pacioli Debora Marzi.

Il gruppo di studenti partirà questo mese e per 10 giorni sarà ospite di alcune famiglie. La mattina i ragazzi andranno a scuola e parteciperanno a delle attività pensate appositamente per loro; il pomeriggio sarà invece dedicato all’esplorazione della città e alla conoscenza della cultura di Nanning. Il secondo giorno avranno anche l’occasione di conoscere il primo cittadino, grazie ad un evento ad hoc pensato dall’Ipc. Una grande soddisfazione per la scuola cremasca, che ha definito i propri studenti “ambasciatori culturali”.

Ad ottobre sarà la volta dei ragazzi di Nanning venire in visita a Crema per conoscere la città.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti