Cronaca
Commenta

Tagliati abusivamente 6mila mq di bosco di pregio: nei guai azienda di Romanengo

Hanno tagliato abusivamente un’area boschiva di elevato pregio ambientale per realizzare un pioppeto. Sono così finiti nei guai i proprietari di un’azienda agricola del territorio, che dovranno pagare una sanzione amministrativa pecuniaria di circa 72.000 euro. A venire a capo della situazione sono stati i Carabinieri Forestali della Stazione di Cremona, che nei giorni scorsi hanno portato a termine una serie di accertamenti.

L’area interessata dagli interventi abusivi, nel Comune di Romanengo, è classificata dal Piano Paesaggistico Regionale come ambito di elevato pregio ambientale e paesaggistico ed è collocata al confine dell’omonima area della rete Natura 2000, nonché della Riserva Naturale Regionale ‘Naviglio di Melotta’.

Il taglio, che ha interessato circa 6000 mq di bosco classificato come Robinieto puro/misto nel Piano di Indirizzo Forestale della Provincia di Cremona, ha portato i Carabinieri Forestali ad elevare la salata multa nei confronti del responsabile legale dell’Azienda agricola proprietaria dei terreni. L’Amministratore della Società proprietaria del fondo e committente dei lavori è stato anche denunciato a piede libero per violazione del vincolo paesaggistico, con l’obbligo di procedere al ripristino del bosco.

© Riproduzione riservata
Commenti