Commenta

La Pallacanestro
Crema illude poi
cede a Cesena

Crema mette alle corde la capoclassifica Cesena per 18’, poi cede di schianto ai Tigers, guidati da un Sacchettini in giornata di grazia. Un incontro già proibitivo è stato ulteriormente complicato dall’assenza di Toniato e Brighi.

Quintetto inusuale per le due formazioni, visto che Cesena lascia Brkic, Dagnello e Battisti in panca. Stessa sorte tocca in casa cremasca a Pedrazzani, alle prese con l’attacco influenzale che ha costretto al forfait Toniato e Brighi. Crema tiene botta e riesce in qualche occasione a mettere il naso avanti, sfidando alla pari la prima in classifica in un quarto combattuto ed equilibrato. De Fabritiis e Dagnello infilano 7 punti nell’ultimo giro di lancette e portano i propri colori avanti 22 a 17 a fine quarto.

Cesena arriva anche a +7 (28/21) ma a metà frazione subisce la reazione dei leoni cremaschi che trovano cinque punti consecutivi con Enihe e Montanari ed impattano a quota 30. Norcino porta avanti Crema a due minuti dall’intervallo lungo (32/33), provocando la reazione dei primi della classe. I Tigers, punti nel l’orgoglio, infilano 11 punti consecutivi, andando al riposo sul 43 a 33, con un canestro allo scadere dell’immarcabile Sacchettini, che timbra il sedicesimo punto personale.

Si unisce alla festa Brkic, che sigla cinque punti consecutivi per poi stoppare Biordi in difesa. La prima metà del terzo quarto è un incubo per gli uomini di Garelli, crivellati dall’artiglieria pesante dei romagnoli ed incapaci di interrompere il digiuno offensivo. Enihe spezza la maledizione e ferma il parziale avversario a 28/0, con il match chiaramente a quel punto già deciso, anche se Crema reagisce infilando 13 punti consecutivi, costringendo la panchina romagnola al time out in una partita considerata ormai acquisita.

Ultimo quarto di puro controllo per i padroni di casa, con i ragazzi di Garelli che si prendono lo sfizio di vincere il parziale.

“Abbiamo disputato un ottimo primo quarto, poi abbiamo subito il parziale che ha chiuso il match. In queste situazioni facciamo fatica a fermare l’emorragia di punti. I ragazzi sono stati poi bravi a rimontare e chiudere con un passivo accettabile, visto che senza due giocatori eravamo corti nelle rotazioni”, il commento del tecnico dei cremaschi.

Mercoledì si ritorna in campo, per il fondamentale scontro-salvezza contro Lugo.

© Riproduzione riservata
Commenti