Commenta

A Crema nasce
la scuola di tennis
in carrozzina

Anche Crema avrà la sua Scuola di Tennis in Carrozzina. Un’idea venuta ai titolari del circolo “Al Tennis “ di via Sinigaglia sull’esempio dei successi della Canottieri Baldesio di Cremona che dal 2008 ad oggi ha costituito una squadra fortissima, ha partecipato al campionato italiano e gira tutta la Lombardia per promuovere lo sport, in questo caso il tennis, come mezzo di inclusione sociale. Lo hanno spiegato questa mattina in conferenza stampa Doriano Denti e Fabiano Gerevini, titolari del circolo sportivo. «La scuola di Tennis in carrozzina completa e arricchisce la gamma di servizi che offriamo e fa del circolo un punto di riferimento di questa disciplina sportiva nel territorio a 360 gradi. I campi verranno concessi gratuitamente e avremo i professionisti della Baldesio che ci faranno da apripista in questa fase di start up» ha commentata orgoglioso Denti.

A sancire la nascita della scuola in conferenza stampa era presente tutto il team della Canottieri Baldesio, a partire dal presidente Mario Ferraroni accompagnato da Alceste Bartoletti, Roberto Bodini e Giovanni Zeni, rispettivamente team manager, allenatore e capitano della squadra.

«Non è un caso che il nostro circolo abbia deciso di aprire una scuola di tennis in carrozzina proprio a Crema, è un progetto a cui stiamo lavorando da molto tempo» ha spiegato Fabiano Gerevini che presenziava la conferenza anche come governatore del Panathlon- area 2 Lombardia e come delegato del Coni provinciale: «Il Panathlon da due anni patrocina gli eventi e i tornei promossi dalla squadra di tennis in carrozzina della Canottieri Baldesio perché crediamo in questi professionisti, nella loro passione e nel progetto di diffusione di questa pratica sportiva. Il tennis in carrozzina più di altre discipline concretizza il concetto di sport come integrazione: è una della poche attività sportive in cui possono competere disabili e normodotati, sfidandosi. Esprimo la mia soddisfazione anche come rappresentante del Coni territoriale. Non posso che essere felice poiché questa disciplina, conosciuta grazie alla bella realtà cremonese, avrà continuità anche nel cremasco. Significa dare una chance e un’opportunità in più all’intero territorio. La scuola di tennis in carrozzina a Crema, infatti, potrà richiamare a sé atleti provenienti dalla bassa bergamasca, bresciana e dal lodigiano».

«Il nostro scopo è quello di avvicinare i disabili al tennis» ha aggiunto Bartoletti. «Abbiamo raggiunto l’obiettivo quando anche solo un ragazzo decide di proseguire e di frequentare il corso. Ci interessa abbattere l’idea che lo sport abbia limiti e preclusioni. Non è così. Il nostro capitano, Giovanni Zeni, ne è un esempio».

«Ogni anno la nostra società organizza esibizioni dimostrative nelle città lombarde, si fa promotrice del progetto e della disciplina nelle scuole e organizza il torneo internazionale di Tennis in carrozzina a Cremona, giunto ormai alle sesta edizione. Ci vuole passione per fare questo lavoro, la buona volontà e il tempo dei tanti volontari e la sensibilità giusta per promuovere una causa che davvero può portare benefici a tutte le comunità» ha aggiunto Mario Ferraroni, presidente della Baldesio.

Alla conferenza stampa è intervenuto anche il consigliere delegato allo sport del comune di Crema Walter Della Frera: «Crema è amica dello sport. La nostra città accoglie da sempre con grande fervore ogni genere di iniziativa legata al mondo dello sport, a maggior ragione se il progetto ha la finalità di promuovere l’integrazione e l’inclusione sociale. Il tennis in carrozzina è una disciplina meravigliosa e anche l’amministrazione non può che essere orgogliosa che il circolo “Al Tennis”, tra l’altro a cui tutta la città è particolarmente legata, apra ad una scuola di così tanto prestigio e rilievo sociale»

Sabato 26 gennaio dalle 10.00 alle 12.00 proprio nei campi del circolo “Al Tennis” ci sarà una esibizione dimostrativa da parte della Canottieri Baldesio e ci sarà la possibilità di provare a giocare. Carrozzine, racchette e materiale a disposizione degli utenti.

© Riproduzione riservata
Commenti