Commenta

'Somewhere in Northern Italy'
La mostra dedicata ad un
anno di turismo a Crema

La dicitura “Da qualche parte nel Nord Italia” ha ora un nome, Crema. E proprio “Somewhere in northern Italy” è il titolo della mostra che aprirà i battenti sabato 26 gennaio alla Pro Loco cittadina. Curata da Franco Bianchessi (vice presidente della Pro Loco) con la collaborazione di Francesca Gnocci e i due volontari del servizio civile Anna Lopoplo e Michele Mariani.

Dalla Cina, alla Corea, dall’ America ed Europa a migliaia sono stati i nuovi turisti che hanno invaso una stupefatta città murata che mai prima d’ora aveva assistito a un simile fenomeno. Basti pensare che nel mese di aprile i visitatori sono stati più di 1700. La Pro Loco, ha triplicato la sua affluenza turistica rispetto all’equivalente del precedente anni, soprattutto al turismo cinematografico portato dal film di Luca Guadagnino “Chiamami col tuo nome” vincitore del premio Oscar per la miglior sceneggiatura non originale.

Crema e la sua Pro Loco, si è adattata modificandosi, per permettere un’accoglienza seria e costruttiva. “Somewhere in northern Italy”, citazione nei titoli di testa, ben rispecchia l’atmosfera che il turista, non più distinguibile dal “fan”, si aspetta di ritrovare nella sua trasferta cremasca. In questa mostra il vero protagonista sarà il turista.

Somewhere in northern Italy” sarà inaugurata dal Sindaco Stefania Bonaldi e dall’Assessore del Turismo e Cultura Emanuela Nichetti, nelle sale espositive della Pro Loco, sabato 26 gennaio, anniversario dell’uscita italiana del film “Chiamami col tuo nome”.

Un’intera parete sarà ricoperta dalle foto scattate dagli appassionati del film, grazie al contributo dei turisti soddisfatti del soggiorno cremasco. Oltre alle foto saranno esposti oggetti di scena, illustrazioni e gadget riferiti a “Call me by your name” e ad altri film girati nel territorio. Una sintesi di tutti gli avvenimenti correlati che hanno positivamente stravolto le abitudini della nostra cittadina nell’anno appena concluso.

Ciò che accomuna queste esperienze è l’atmosfera suggerita da una città e dai suoi dintorni che, pur rappresentati su pellicola in modo idilliaco, costituiscono un’attrattiva diversa dalla consueta Italia da cartolina che conosciamo. La mostra si prefigge l’obiettivo di ringraziare ed onorare tutti coloro che hanno visitato la nostra cittadina, regalandosi esperienze ed emozioni impossibili da ricostruire altrove.

© Riproduzione riservata
Commenti