Commenta

Il sindaco Signoroni su
eventuali Aree Omogenee:
'Dovera starebbe con Lodi'

“E’ chiaro che se si dovesse rimettere mano ai progetti di aree omogenee e di città metropolitana, Dovera non avrebbe dubbi su dove stare”. La posizione di Mirko Signoroni, sindaco del comune cremasco non lascia spazio a dubbi. Il sogno è quello di unirsi a Lodi abbandonando l’attuale appartenenza provinciale a Cremona.

La dichiarazione al quotidiano di Lodi ‘Il Cittadino’: “E’ inevitabile considerare Cremona lontana”, dichiara il primo cittadino di Dovera. “Parlare di accorpamento o passaggio di provincia – dice – sarebbe allo stato attuale quanto meno azzardato, ma negare che ci siano confronti e discussioni sull’opportunità di ripensare i confini e le appartenenze è impossibile”.

Comune di circa 4mila abitanti, Dovera dista soltanto 8 km da Lodi e più di 50 da Cremona. La parrocchia peraltro fa già parte della diocesi di Lodi. Se si pensa a questioni come al Tribunale, alla Prefettura o alla Camera di Commercio, spiega il sindaco Signoroni, “diventa ancora più chiaro di come legarsi a Lodi porterebbe un notevole risparmio di tempo per tutti coloro che necessitano di utilizzare questi servizi”.

La questione insomma è più che mai aperta

GR

© Riproduzione riservata
Commenti