Commenta

Il velodromo sarà riqualificato:
1,8 milioni di euro da Roma
per far rinascere il 'Baffi'

Il velodromo Pierino Baffi di Crema verrà riqualificato. La notizia è stata annunciata nel tardo pomeriggio di venerdì dal sindaco Stefania Bonaldi con il consigliere delegato allo Sport Walter della Frera e gli assessori ai Lavori Pubblici e all’Urbamistica Fabio Bergamaschi e Cinzia Fontana. Un finanziamento da 1.800.000 euro che arrivano direttamente da Roma, grazie ad un’aggiunta di 100 milioni al bando “Sport e periferie” effettuato la corsa legislatura.

“Dopo tante polemiche inutili questa è una notizia fantastica, che premia il lavoro di squadra portato avanti in questi anni, e che ha visto in prima linea Della Frera. Con lui siamo ripetutamente stati a Roma, presso il Coni Servizi prima ed il Coni successivamente, così come presso gli uffici del Demanio e grazie a questi contatti abbiamo intrapreso la strada della partecipazione al bando Sport e Periferie, il cui esito premia le fatiche fatte, l’impegno dell’Amministrazione e anche dei nostri tecnici e la perseveranza con cui ci siamo adoperati per la causa”, ha dichiarato il sindaco.

Resta da capire chi metterà effettivamente in pratica la riqualificazione: se direttamente il Coni o un altro soggetto da questo delegato. “In contemporanea, saremo finalmente abilitati a riscattare il bene dal Demanio, con cui vertici già stamane ci siamo confrontati, per acquisirlo ormai senza più alcun ostacolo al patrimonio comunale”. In ogni caso le tempistiche dei lavori saranno definite nei prossimi mesi e il velodromo, se tutto filerà liscio, dovrebbe tornare a splendere entro il termine del mandato Bonaldi.

“Non solo la pista tornerà ad essere a tutti gli effetti patrimonio pubblico, ma sarà completamente riqualificato e restituito alla sua gloriosa e storica vocazione di impianto modello per il ciclismo locale e lombardo. Il tempo è galantuomo”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti