Commenta

Tennis, Crema chiude con
una vittoria: il successo
a Roma vale il 2 posto

Se dopo il sorteggio dei gironi del Campionato di Serie A1 avessero pronosticato ai dirigenti del Tennis Club Crema una stagione simile, tutti ci avrebbero messo la firma. È per questo che il secondo posto conquistato grazie a due vittorie nelle ultime due giornate vale tantissimo, soprattutto per un gruppo di ragazzi che si è mostrato di nuovo fra i più competitivi dell’intero campionato nazionale. Al termine della quarta giornata i lombardi si trovavano in coda alla classifica del Girone 2, con soli due turni per cambiare le sorti del campionato: un compito iniziato col successo di sette giorni fa al Tennis Club Genova 1893 e completato sulla terra battuta della capolista e campione d’Italia in carica: il Circolo Canottieri Aniene di Roma. Con l’accesso alle semifinali già in tasca, i laziali hanno lasciato a riposo i big, schierando un quartetto di giovani del vivaio, e i lombardi hanno raccolto un facile successo per 6-0 che ha permesso loro di salire a 10 punti, chiudere al secondo posto e garantirsi la salvezza diretta, senza dover passare dai play-out. I volti del successo sono i soliti: Andrey Golubev e Adrian Ungur, sempre presenti e puntuali quando si trattava di far pesare il loro passato da top-100 della classifica Atp; Alessandro Coppini che ogni anno trova il modo di farsi notare, e la vera sorpresa del campionato Lorenzo Bresciani, giovane del vivaio capace di vincere cinque singolari su sei, dando così un aiuto fondamentale ai compagni. Ma anche Samuel Vincent Ruggeri e Riccardo Sinicropi, schierati – e vincenti – nel doppio che ha chiuso i conti nella Capitale.

A Roma il solo Coppini, nel duello di singolare contro Gianrocco De Filippo, è stato costretto a rimontare un set di svantaggio, mentre nelle altre sfide è stato dominio dei cremaschi, protagonisti di una stagione in crescendo dopo l’esordio amaro a Massa Lombarda. È vero che affrontare i campioni d’Italia privi di gente come Berrettini, Bolelli, Caruana o Cipolla è tutt’altra storia, ma le occasioni vanno prima costruite e poi capitalizzate, e il Tennis Club Crema, quest’anno, l’ha fatto meglio di tutte le avversarie, mettendosi nella posizione ideale per raccogliere quanto seminato. “Sono estremamente soddisfatto delle prestazioni dei ragazzi – ha detto il capitano Armando Zanotti -, e meritano tutti un applauso sincero. Alla vigilia del campionato sapevamo che sarebbe stata dura, perché siamo finiti in un girone di ferro. Ma i nostri giocatori avevano già dimostrato in passato le loro potenzialità, e questo secondo posto ne è solamente la conferma. Abbiamo affrontato ogni giornata con lo spirito giusto – ha aggiunto -, cercando di schierare sempre la miglior formazione, e i nostri sforzi sono stati ripagati”. Il successo del Ct Massa Lombarda a Genova ha completato i verdetti del Girone 2: Canottieri Aniene in semifinale, Crema salvo, Massa Lombarda (3° posto) e Genova (4°) ai play-out. Specialmente alla luce di come si era messa al termine del girone di andata, quando i cremaschi erano fermi a tre punti, al club del presidente Stefano Agostino non poteva proprio andare meglio.

© Riproduzione riservata
Commenti