Commenta

La Chromavis Abo
torna a sorridere: 3-0
al Lilliput Settimo Torinese

Il tanto sperato, auspicato, sospirato riscatto, quella matta voglia di tornare a sorridere dopo un periodo difficile, per rilanciarsi soprattutto a livello morale e continuare nel cammino in campionato. Dopo tre sconfitte consecutive, in B1 femminile la Chromavis Abo si rialza festeggiando davanti al pubblico amico del PalaCoim grazie al 3-0 centrato contro Settimo Torinese. Dopo una partenza negativa (0-4 nel primo set), la squadra di Giorgio Nibbio ha saputo non farsi attanagliare dai fantasmi del periodo-no, ma viceversa ha trovato coraggio, lucidità e fiducia per risalire la corrente. Così, dopo aver vinto il primo parziale, Offanengo ha dominato la scena nel secondo, prima di riuscire a rispondere alle difficoltà iniziali del terzo set (5-10), riuscendo a ribaltare la situazione fino al 25-20 conclusivo.
Vincere era l’aspetto prioritario per mettersi alle spalle il momento-no e per arrivarci la Chromavis Abo ha saputo farlo sotto diversi punti di vista. A livello caratteriale, intanto, la squadra ha mostrato i muscoli; inoltre, la reazione è stata collettiva, con una prova positiva di tutte le giocatrici in campo. Anche sotto il profilo tecnico, Offanengo ha saputo far meglio delle avversarie in quasi tutti i fondamentali.
A fine partita, spazio alla premiazione della miglior giocatrice, con la Treccia d’oro consegnata dallo sponsor Danilo Carelli (Banca Mediolanum) a Cecilia Nicolini, palleggiatrice della Chromavis Abo.
Con questo successo, la squadra di Giorgio Nibbio approda a quota 10 punti, agganciando lo stesso Lilliput  al sesto posto scavalcando al contempo la Tecnoteam Albese. Sabato Offanengo andrà a far visita alle bergamasche della Don Colleoni, formazione dove milita l’ex Serena Milani.

© Riproduzione riservata
Commenti