Commenta

Crema, cambio in panchina
Via Bressan, la società si affida
per ora a soluzione interna

Cambio alla guida del Crema. Via Massimiliano Bressan, dunque, che paga il momento di appannamento delle ultime giornate, e spazio ad una figura interna prima che la società scelga definitivamente il successore. La notizia era nell’aria e ha preso sempre più consistenza durante la mattinata di oggi, venerdì 16 novembre, fino al comunicato ufficiale nerobianco che sanciva la decisione. “Il Consiglio di amministrazione dell’AC Crema 1908 – si legge – ha deliberato il cambio alla guida della panchina della prima squadra. Lascia l’incarico il mister Bressan nel quadro di una strategia concordata con il Cda e con il presidente Zucchi. Ora una successione interna, affidata ad una figura qualificata presente nell’organico societario. Poi, se necessario, una selezione fra tre candidati già individuati”. A mister Bressan vanno i ringraziamenti del presidente Enrico Zucchi “per il lavoro svolto”, con il presidente che aggiunge: “Ci lega rapporto di stima professionale e rispetto umano. Auspichiamo che continui a collaborare con la società”.

Zucchi spiega poi le ragioni che hanno portato al cambio: “La decisione è giunta al termine di un confronto aperto e condiviso con il mister al quale va il nostro sincero ringraziamento per il grande impegno, la professionalità, la dedizione. Un lavoro che purtroppo non ha incontrato i risultati previsti dal programma stilato di comune accordo all’inizio della stagione”. Come detto, il numero uno nerobianco si “auspica che Bressan accetti altre forme di collaborazione con la società che garantiscano la continuazione di un percorso caratterizzato dalla stima reciproca e da un profondo rispetto umano oltre che professionale”. L’ormai ex tecnico nerobianco, infine, ha voluto ringraziare il Crema, pur non sciogliendo le riserve sul proprio futuro: “E’ stata per me un’esperienza molto positiva che mi ha permesso di crescere dal punto di vista umano e professionale. Ringrazio la società nerobianca per la grande opportunità che mi ha dato”.

Nel frattempo la gestione della squadra sarà affidata “ad una figura interna dotata delle qualità e delle qualifiche necessarie”. Il Consiglio di amministrazione “successivamente valuterà una rosa di tre candidati per la scelta definitiva”. Con ogni probabilità domenica sarà Luca Moggi, vice di Bressan e preparatore atletico, a guidare la squadra contro il Lentigione. Per il momento, infatti, pare che la società sia intenzionata a confermare il resto dello staff, anche se molto dipenderà dal nuovo allenatore. In ogni caso il Crema non ha ancora comunicato nulla di ufficiale, anche se difficilmente si arriverà già domani alla scelta del nuovo tecnico. Subito dopo l’annuncio della separazione da Bressan, in ogni caso, era circolata l’ipotesi di promuovere Marius Stankevicius, ma col passare delle ore, nonostante il patentino conseguito, sembra essersi raffreddata questa pista, mentre l’allenatore della Juniores, ed ex tecnico delle giovanili della Cremonese, Luca Danelli non sembra in corsa. Per quanto riguarda il futuro, infine, qualora si dovesse procedere a nominare un tecnico esterno alla società, due piste possibili erano quelle che portavano ai nomi di Alessio Tacchinardi e Pierpaolo Curti, nonostante entrambi siano ex Pergolettese.

© Riproduzione riservata
Commenti