Commenta

Case comunali, morosità alle
stelle: M5s chiede intervento
dei revisori dei conti

I revisori dei conti controllino i dati sulla morosità degli inquilini residenti negli alloggi di proprietà comunale a Crema: questa la richiesta del M5S Cremasco, che negli ultimi due anni ha svolto un puntuale monitoraggio volto a conoscere l’esatto importo della morosità degli alloggi di proprietà comunale. “Il dato più recente al 31-12-2017 evidenzia che il mancato pagamento degli affitti ha generato un’imponente morosità di 580.000 euro, con un aumento del debito di 80.000, pari a +16% rispetto all’anno precedente” evidenziano i pentastellati.

“Preoccupati per il trend crescente del 2017, abbiamo inviato una nota all’Organo di Revisione Economico-Finanziaria del Comune di Crema, in quanto incaricato di vigilare, fra le altre cose, sulla corretta e puntuale riscossione delle entrate, affinché possa suggerire all’Amministrazione opportune azioni volte ad assicurare il regolare incasso degli affitti” spiega il Movimento in una nota.

Ai revisori dei conti è stato inoltre chiesto “di verificare se all’interno della struttura comunale sia operativo un efficace sistema di monitoraggio e controllo che possa scongiurare l’ulteriore aumento della morosità. E’ inaccettabile che l’Amministrazione non sia in grado di riscuotere quanto dovuto e abbia lasciato che la morosità raggiungesse tale livello, dimostrando nuovamente di essere allo sbando totale.

Cosa aspetta la Giunta a colpire tutte quelle situazioni in cui gli inquilini, pur disponendo di risorse economiche, non pagano gli affitti?

Una pronta azione consentirebbe l’assegnazione di abitazioni a canone sostenibile a quei Cremaschi che, pur versando in condizioni di bisogno, sono ormai senza alcuna fiducia nei confronti del Comune, totalmente incapace di garantire il loro diritto di poter accedere ad un’abitazione pubblica a canone sociale.

Il M5S Cremasco chiede un immediato intervento dell’Amministrazione, nel rispetto di tutti i cremaschi onesti ormai stanchi di dover rimetterci di tasca propria a causa dell’incapacità di questa Giunta”.

© Riproduzione riservata
Commenti