Commenta

Arci Ombriano
entra nella rete
solidale 'Fuori Mercato'

Da quest’anno Arci Ombriano ha deciso di aderire alla Rete di Fuori Mercato. L’adesione si è concretizzata con un primo acquisto collettivo di passata di pomodoro. In pochi giorni decine di soci del circolo e cittadini hanno risposto all’appello acquistando un complessivo di 60 kg di passata

“Spesso sui mezzi di comunicazione si legge o si sente di morti nei campi e caporalato. In Puglia, pochi anni fa, è nata una realtà, Sfruttazero, che si oppone concretamente allo sfruttamento nei campi e al caporalato.

L’idea è stata quella di una filiera pulita del pomodoro dalla semina alla trasformazione. Il frutto finale  sono  bottiglie di passata di pomodoro di alta qualità, prodotta senza sfruttamento del lavoro. L’idea era quella di far diventare l’oro rosso, da simbolo di sopraffazione e caporalato in Puglia, a simbolo di emancipazione, riscatto e speranza di un futuro diverso.

Il progetto,  di tipo cooperativo e mutualistico  vede direttamente protagonisti migranti, contadini, giovani precari e disoccupati, che vogliono avviare o continuare un’attività lavorativa attraverso la produzione di prodotti locali e conserve per costruire sul territorio relazioni ed economie solidali.

Persone che si mettono insieme, valorizzando le  diversità che siano di colore della pelle, di genere o di orientamento sessuale.

Sfruttazero attraverso queste progettualità e pratiche sostenibili e replicabili, contribuisce ad incidere sulle filiere agro-alimentari, oggi spesso nelle mani dell’agro-business e delle mafie. L’idea è di provare a cambiare le relazioni non solo tra datore di lavoro e dipendente ma anche tra produttori e consumatori, tra campagna e città. Per la distribuzione delle passate vengono usati gli spazi sociali, i centri di aggregazione, i Gruppi di Acquisto Solidale”.

© Riproduzione riservata
Commenti