Commenta

Pallacanestro Crema
collaborazione con Lodi
per il settore giovanile

Da sinistra Fumagalli, Rota, Donarini, Lepore, Malaraggia e Bettinelli

Collaborazione tra Crema e Lodi per lo sviluppo e la crescita dei rispettivi allenatori, condividendo programmi e metodologia di lavoro in tutto il settore giovanile, dal minibasket all’under 18. Questo il progetto ambizioso ufficializzato ieri sera presso l’Agriturismo Le Garzide, alla presenza dei vertici delle due società, Simone Donarini, Paolo Lepore, Fabio Bettinelli per la Pallacanestro Crema e Filippo Rota, Damiano Fumagalli e Angelo Malaraggia per il Basket Lodi. Da parte di entrambe le società il monitoraggio sarà una costante nella stagione 2018-2019, sotto l’attenta guida dei 2 coordinatori tecnici: a Crema Paolo Lepore, coach della prima squadra nonché coordinatore del settore giovanile e a Lodi, Angelo Malaraggia, con un trascorso a Crema da giocatore.

Donarini: “Settore giovanile una risorsa”
Sul punto si sono espressi tutti i presenti, in particolare, ha precisato il presidente cremasco Simone Donarini: “Il settore giovanile quest’anno sarà il protagonista di tante novità, deve essere non un obbligo, ma deve diventare una risorsa per la società stessa. Per noi – ha detto il presidente – una novità epocale, perché nel settore giovanile in questi anni non si era mai vista una linea di azione unica”.

Lepore: “Creare una cultura adeguata”
Coach Lepore, più volte ha sottolineato l’obiettivo da raggiungere, attraverso la collaborazione ed il lavoro quotidiano sul parquet e nei rapporti con le famiglie: contribuire a creare una cultura adeguata, non anteporre il risultato su tutto, non la vittoria fine a se stessa, ma creare a Crema un percorso di crescita complessiva dei ragazzi, dall’aspetto educativo, a quello prettamente tecnico. Sulla stessa linea il presidente lodigiano Filippo Rota, che ha evidenziato la volontà di allargare la proposta lodigiana ai territori vicini , partendo dall’amicizia con il coach Lepore, che ha portato alla nuova collaborazione tecnica con Crema. “Dobbiamo costruire una struttura fatta di regole condivise da tutti e per tutti” ha concluso coach Lepore.

300 ragazzi interessati
Nel dettaglio, la collaborazione tecnica tra le due società in questa fase iniziale sarà rivolta prevalentemente alla formazione ed al supporto degli allenatori, figure essenziali nei settori giovanili ed elemento di raccordo imprescindibile con le famiglie. L’obiettivo finale, in un arco di tempo più lungo è ovviamente portare in prima squadra ragazzi provenienti dal settore giovanile. Tra Crema e Lodi, saranno oltre 300 i giovani coinvolti (a Lodi anche una squadra femminile), ed una ventina gli allenatori. Una grande famiglia allargata. La chiosa finale spetta al presidente Donarini: “Chi ci ama ci seguirà, siamo superconvinti di questo progetto”.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti