Commenta

Trasporto regionale, dibattito
a Ombrianello. Terzi: 'Lavorare
insieme e andare avanti'

Da sinistra Piloni, il giornalista Antonio Guerini e l'assessore Terzi

“Non è vero che nulla è cambiato rispetto all’anno scorso riguardo il sistema del trasporto ferroviario in questo territorio: sembra incredibile, ma la situazione è addirittura peggiorata”. E’ la spiazzante dichiarazione dell’assessore regionale Claudia Maria Terzi, che nella serata di lunedì ha partecipato al dibattito sul tema alla Festa del Pd di Ombrianello.

Ciò che più è emerso durante il confronto con il consigliere regionale Dem Matteo Piloni, è la volontà di collaborare per migliorare la qualità del servizio fornito e di creare sinergie per realizzare i grandi progetti attesi in provincia di Cremona. Dalla rete ferroviaria al raddoppio della Paullese fino a C.Re.M.A. 2020: questi i temi toccati che l’assessore del Carroccio ha sottolineato essere “condivisibili e da valorizzare”.

Che la linea Cremona-Treviglio-Milano sia una delle più disastrose non occorreva certo lo sottolineasse la Terzi. E’ sufficiente chiedere ad un qualunque pendolare e risponderà: “Non ho più neppure la rabbia”. L’assessore ha chiesto “ancora un po’ di pazienza per quanto riguarda Trenord. Stiamo aspettando solo che Rfi concluda le procedure per l’insediamento dei nuovi vertici, poi torneremo a lavorare a pieno regime. Certamente non vogliamo passare un’altra stagione come quella dell’anno scorso”.

Un’eredità pesante quella della Terzi, con le promesse fatte e mai mantenute dal suo predecessore (Alessandro Sorte, ndr) che nel 2015, su quello stesso divano, aveva annunciato l’introduzione di 10 treni nuovi entro il 2016. In realtà i convogli non arriveranno prima della seconda metà del 2019, “nel frattempo ci verranno ‘prestati’ dei treni vecchi, ma che comunque andranno a supporto di questa linea travagliata”.

La buona notizia la rimarca Piloni, che ricorda come la Giunta regionale abbia mantenuto la promessa di contribuire alla realizzazione del sottopasso sul viale di Santa Maria deliberando, il 2 agosto, 350.000 euro. “Ora manca solo la quota di Rfi”, ha aggiunto il consigliere Pd che ha suggerito all’assessore di “tracciare una linea ben marcata per quanto riguarda Trenord. Oltre quella si indice una gara a livello europeo per assegnare il servizio”. Un’idea che la Terzi non scarta, ma ricorda comunque che il contratto con la società è valido sino al 2020.

Claudia Terzi con il presidente della Provincia Viola

Sul raddoppio della Paullese è intervenuto anche il presidente della Provincia di Cremona Davide Viola, spiegando il lungo iter necessario all’integrazione della documentazione richiesta dal Ministero. Quasi uno sfogo, quello di Viola, che ha incontrato la comprensione dell’assessore regionale: “Mi aspetto che il Governo, specie se esprime un ministro del territorio (Toninelli, ndr), si impegni a semplificare le cose, non a complicarle”. Infatti le risorse economiche per l’infrastruttura sono già pronte e il tutto, se non ci saranno ulteriori intoppi, dovrebbe sbloccarsi a stretto giro.

Il dibattito si è chiuso con due impegni presi sia da parte del consigliere Piloni che dalla Terzi: riprendere il tema del treno diretto Crema – Milano e valorizzare progetti di mobilità dolce presentati da un’unione di Comuni. “Lavoriamo insieme e andiamo avanti”, ha concluso l’assessore.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti