Commenta

Condivisione, integrazione e
gioco: l'orto sociale delle
mamme di Monte Cremasco

Apprendere, giocare, stare insieme. E’ questo il senso del nuovo orto sociale creato a Monte Cremasco da alcune mamme che frequentano il parco di via Dei Tigli.

“Il sindaco Giuseppe Lupo Stanghellini ci ha concesso un appezzamento di terra dove abbiamo pensato di creare un orticello con piante, fiori e semi”, spiega Sara Di Lonardo del gruppo di mamme.

Il progetto è stato approvato dalla Giunta comunale e ha visto l’inaugurazione dello spazio nella giornata di sabato 16 giugno. Le attrezzature, così come le sementi e altro materiale necessario alla realizzazione dell’orto, sono stati donati da alcuni commercianti, tra questi Errebi Imballaggi e Punto Pallet, ma anche alcuni ambulanti del mercato di Crema e il centro commerciale Despar di Bagnolo Cremasco. 

La volontà delle mamme è di mantenere viva la tradizione del lavorare la terra, ma anche di far conoscere da vicino ai bambini verdure e frutti. “Ora che li coltivano, noi mamme abbiamo notato che è molto più semplice convincerli ad assaggiarli”.

E tra un innaffiata ai fiori e la raccolta di pomodori, i bambini giocano insieme nel parco, aperto lo scorso anno proprio dall’amministrazione di Lupo Stanghellini. “Condivisione, socializzazione e integrazione sono le nostre parole chiave “.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti