Commenta

26enne di Spino d'Adda
prende a pugni l'arbitro
durante partita di calcetto

Ha aggredito il direttore di gara dopo essere stato espulso dal campo di gioco. E’ accaduto a Casale Cremasco, dove in questi giorni si sta svolgendo il torneo di calcio a 5 “Coppa Cremasca”.

Il 26enne milita nella squadra di Spino d’Adda, che nella serata di martedì 5 giugno giocava contro quella di Monte Cremasco.

Il calciatore è passato dalle minacce verbali alle vie di fatto, colpendo l’arbitro con violenti pugni in testa. Gli altri giocatori sono corsi in aiuto del direttore di gara, allontanando il ragazzo dal campo. Ma al termine della partita questo non si è dato per vinto, proseguendo a minacciare l’arbitro che ha infine deciso di allertare i carabinieri.

Nel mentre il giocatore si è allontanato, ma è stato rintracciato dai militari. Si tratta di uno spinese di 26 anni, che già in passato si era reso protagonista di un episodio simile (al quale avevano partecipato, dandogli man forte, il padre e il fratello).

L’arbitro ha deciso di non ricorrere, al momento, alle cure mediche, riservandosi di formalizzare l’eventuale denuncia-querela successivamente. Nei confronti del calciatore violento verrà altresì chiesto alla Questura l’emissione di analogo provvedimento.

L’arbitro di ieri sera, non ha inteso ricorrere, al momento, alle cure mediche, riservandosi di formalizzare l’eventuale denuncia-querela successivamente. Nei confronti del calciatore violento verrà chiesto alla Questura l’emissione del daspo.

© Riproduzione riservata
Commenti