Commenta

Torna 'I Manifesti di Crema':
sesta edizione dedicata
alle 'rivelazioni'

Torna, per la sesta edizione I Manifesti di Crema, la rassegna nata da un’idea di Anna Miranda Maini, Stefano Magagnoli e Giovanni Bassi nel 2013. Quest’anno il filo conduttore sarà la parola “Rivelazioni”. Nove serate, diversissime tra loro, che appassioneranno un pubblico sempre più affezionato alla manifestazione con ospiti che racconteranno molto dell’universo, della letteratura, della cronaca internazionale, della scienza, della televisione, del cibo, del pensiero.

Il programma si svolgerà tra giugno e settembre, sempre nella cornice del centro culturale Sant’Agostino. Le serate avranno inizio alle 21 (fatta eccezione per la maratona pianistica del 29 luglio, che aprirà alle 16) e sono a ingresso libero.

Si parte giovedì 7 giugno con “Oltre il cielo” che vedrà ospite l’astronauta Umberto Guidoni. L’8 giugno il critico televisivo Giorgio Simonelli interverrà per la serata “La TV che vorrei”, invece il 9 giugno doppio ospite per “La prova scientifica” con il biologo Luciano Garofalo e l’antropologa forense Cristina Cattaneo. 

A luglio la rassegna si concentra a metà mese. Il 14 si parlerà di cucina con il critico enogastronomo e conduttore televisivo Leonardo Romanelli nella serata “Una ricetta al giorno: storie di luoghi, vini e cucina”. Il 19 si passerà alla filosofia con Vito Mancuso, teologo e scrittore che parlerà de “Il bisogno di pensare”. Il 20 luglio l’attore Sergio Albelli che, insieme a Fabio Canessa, reciterà “Gli Incipit più belli della Letteratura”. Chiude il mese estivo (29 luglio) la maratona pianistica che in questa edizione propone Muzio Clementi con alcuni allievi dell’Istituto musicale Folcioni di Crema che si alterneranno al pianoforte con due maestri quali Paolo Venturino e Alessandro Lupo Pasini.

L’11 settembre la manifestazione terminerà con “L’età del caos”, un monologo di 50 minuti di Federico Rampini sulla cronaca internazionale.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti