Ultim'ora
Commenta

Pareggio del Crema a
Levico Terme. Primo
gol per Scapini

Il Crema pareggia contro il Levico Terme, sul campo di Borgo Valsugana, al termine di una partita sostanzialmente equilibrata e decisa da due episodi a distanza ravvicinata nel primo tempo. Un Crema che consolida così la propria posizione in classifica, contro un Levico motivatissimo, che grazie al pareggio odierno si procura la matematica salvezza. Nota particolarmente positiva della giornata, il gol del vantaggio del Crema messo a segno da Scapini, che rientrato in campo da poche giornate dopo il lungo infortunio si sblocca e torna a far valere le proprie doti di bomber sotto rete.

E proprio il gol di Scapini al 13’ del primo tempo è la prima azione degna di nota della partita, dopo un inizio in sordina. L’attaccante del Crema recupera un pallone in area e con freddezza realizza infilando il pallone alla destra dell’estremo difensore del Levico. I padroni non ci stanno e reagiscono immediatamente, prima con un’occasione sventata da Marenco e poi, sul successivo calcio d’angolo, andando a segno con Pancheri di testa, per l’1 a 1. Il Crema ci riprova al 16’ con Mantovani, che calcia una punizione da lontano e impensierisce non poco Bastianello, costretto a smanacciare in corner. Al 19’ è ancora Pancheri a farsi pericoloso, con un tiro che finisce di poco a lato. Continui ribaltamenti di fronte, e al 20’ è Bahirov che tira a botta sicura, ma Bastianello si supera in una gran parata. E lo stesso Bastianello si mette in mostra nelle successive occasioni del Crema: al 24’ dice no a Gomez, che raccoglie un pallone in area dopo un batti e ribatti e tira in porta; al 36’ si oppone a Scapini, che gira in porta di prima un suggerimento di Gomez; al 44’ non si fa sorprendere da un’azione rapida del Crema, partita da una punizione battuta veloce da Mantovani, e si oppone ancora a Scapini. Ultima occasione al 46’ per il Levico con un colpo di testa di Micheli, attento Marenco. 

Molti meno episodi nel secondo tempo, assai più tranquillo rispetto a una prima frazione di gioco a tratti spumeggiante. La prima occasione all’11’, con Donida che recupera un gran pallone, serve Mantovani il quale cerca la conclusione di prima, centrale. Al 23’ colpo di testa di Severgnini centrale, para facile Marenco. Al 38’ intesa tra Pagano e Capuano, entrambi entrati nel secondo tempo, con quest’ultimo che non riesce a direzionare il pallone in porta. Lo stesso Capuano ha l’ultimo guizzo al 40’, quando controlla molto bene in acrobazia un pallone non semplice, e poi spara in porta, ma con un tiro centrale parato da Bastianello. Grande festa per il Levico a fine partita, dopo la notizia della matematica salvezza; e Crema soddisfatto, che ora è pronto a mettere subito testa e cuore alla sfida di mercoledì a Campodarsego, per il ritorno della semifinale di Coppa Italia.

© Riproduzione riservata
Commenti