Cronaca
Commenta

Il calvario di un malato cronico: Piloni scrive all'assessore Gallera

Le criticità della riforma sui malati cronici, voluta dalla Regione, si evidenziano in una vicenda che ha come protagonista un cremasco, affetto da una malattia neurodegenerativa e che necessita di cure costanti, il quale ha segnalato al consigliere regionale Dem Matteo Piloni tutte le problematiche che questo nuovo modello sanitario gli sta comportando.

L’uomo si è infatti ritrovato, evidenzia Piloni in una missiva inviata all’assessore regionale alla Sanità, Giulio Gallera, in “un vero percorso ad ostacoli. Il contact center regionale, contattato subito dopo aver ricevuto la lettera, ha risposto che avrebbe segnalato il suo nominativo e di attendere quindi la chiamata dell’Ospedale. Ma i giorni passavano e nessuno si è fatto vivo, e la famiglia della persona in questione ha iniziato fare decine di chiamate direttamente alla struttura sanitaria (che dovrebbe avere un servizio telefonico ad hoc che la regione paga nella quota di presa in carico del paziente) sentendosi rispondere da una voce metallica ‘prego attendere, lei è la cinquantesima chiamata in lista’ e non è mai riuscita ad avere un contatto diretto”.

L’incresciosa vicenda ha visto poi l’aggravamento della patologia, con un paziente che non ha trovato risposte nel sistema sanitario regionale. “Le chiedo quindi, con questa lettera aperta, una cosa semplice Assessore Gallera: riveda questa riforma che non funziona, ascolti i medici di base e tutti coloro che in questi mesi l’hanno messa in discussione e, soprattutto, non lasci ancora più soli ad affrontare la propria malattia quei pochi cittadini che in questa sua ‘favola’ hanno creduto” conclude Piloni nella missiva.

LA LETTERA INTEGRALE

© Riproduzione riservata
Commenti