Commenta

Provincia, approvato 
il bilancio. Viola: 'Ancora 
grave incertezza istituzionale'

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Provinciale, è stato adottato il Dup (Documento unico di programmazione 2018/2020, strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali) comprensivo del Piano delle Opere Pubbliche 2018-2020 ed il bilancio 2018/2020, a seguito del parere espresso dall’Assemblea dei sindaci. Pareggio di bilancio dunque conseguito, nonostante i prelievi forzosi dello Stato pari ad euro 21.494.596,47.

“Ente di secondo livello o organo eletto a suffragio universale con adeguate risorse per svolgere le proprie funzioni?” ha detto il sindaco e consigliere provinciale Gianni Rossoni. “Quindi sollecitare Governo e Regione per definire la questione delle Province; sono necessarie le Province quali enti intermedi, con precisi contenuti, risorse finanziarie certe e ruoli definiti. Questa situazione di incertezza, che lede gli stessi territori, va superata, non è più sopportabile”.

Nel corso dell’Assemblea presso l’aula Magna del Politecnico di Cremona, il presidente della Provincia, Davide Viola, nel ringraziare i sindaci, i consiglieri provinciali e gli Uffici dell’Ente, ha affrontato alcune comunicazioni rispetto alla relazione di attuazione del programma degli investimenti del Consorzio Dunas (presente il Presidente Alessandro Bettoni con i tecnici del Consorzio), a quella sul trasporto pubblico locale (presente il Presidente dell’Agenzia Tpl Cremona Mantova, Alessandro Pastacci), inerente anche la legge regionale di settore e l’attività dell’ente neocostituito, a cui è seguita la relazione della consigliera provinciale di parità, Carmela Fazzi, che si è incentrata soprattutto sulle iniziative da attivarsi nei singoli Comuni, tra cui i Cug (Comitati Unici di Garanzia) e i Pap (Piani delle azioni positive) a favore dei cittadini, delle lavoratrici e lavoratori.

“Abbiamo condiviso, insieme a tutti i Sindaci, le diverse tappe che ci hanno portato a raggiungere il pareggio di bilancio, nonostante le molte difficoltà e le incertezze che tuttora gravano sul futuro delle Province” ha precisato Viola. “E’ necessaria, infatti, una chiara e netta presa di posizione del futuro Governo, con l’emanazione di una normativa ad hoc per le Province a seguito della Legge Delrio e la destinazione di risorse funzionali all’esercizio delle funzioni fondamentali come di quelle delegate in ambito regionale. Ringrazio nuovamente i Consiglieri Provinciali e tutti gli Uffici che hanno sempre mantenuto un alto grado di efficienza dei servizi, affrontando sia il lavoro ordinario che le tante emergenze. Rimangono diverse questioni sul tavolo, ad iniziare dalla riqualificazione del reticolo viario e ferroviario, sia locale che sud Lombardo, sino agli investimenti ed al rilancio dei temi della competitività”.

© Riproduzione riservata
Commenti