Commenta

Volley, Abo Offanengo
dalle mille vite: 3-2 al
Lilliput Settimo Torinese

Una vittoria tanto sudata quanto importante e prestigiosa, due punti d’oro arrivati con l’adrenalina a mille. E’ un’Abo tutto cuore e carattere quella che infiamma il PalaCoim grazie al 3-2 d’autore nel big match di giornata contro il Lilliput Settimo Torinese, seconda forza del campionato e costretta alla resa come all’andata in terra piemontese (1-3).
Sotto 1-0 e 2-1 con parziali persi nettamente, la squadra di Giorgio Nibbio ha saputo reagire da grande squadra, agguantando un tie break che si era incanalato bene (5-2 e 11-8) prima del ritorno di fiamma ospite (12-12). Nel finale,però, cuore e sangue freddo hanno regalato la vittoria numero diciassette del campionato.
Contro una squadra dalla fisicità impressionante (20 muri a 3 per il Lilliput) e che nel complesso ha messo a terra sette palloni in più, le neroverdi cremasche hanno avuto il merito di crederci sempre e stringere i denti nei momenti difficili, anche quando per mettere giù la palla servivano tre o quattro azioni.  La risposta è stata di squadra, con il contributo di tutte le ragazze. A livello numerico, doppia cifra raggiunta dalle bande Porzio e Dalla Rosa (16 e 15) e dalla centrale Borghi (14) e sfiorata dall’opposta Hodzic (9). Miglior giocatrice dell’incontro è stata eletta Elena Portalupi, libero neroverde che ha saputo stringere i denti dopo una settimana condizionata da acciacchi fisici. Per lei, il premio della Treccia d’oro consegnato dal sindaco di Offanengo Gianni Rossoni.
Terza (Abo) contro seconda (Lilliput): nel turno sulla carta più difficile in questo rush finale di regular season, Offanengo ha saputo conquistare due punti d’oro, che permettono addirittura di guadagnare una lunghezza sul quarto posto (escluso dai play off), portando il divario da quattro a cinque lunghezze sul Vigevano, più immediata inseguitrice caduta al tie break ad Acqui Terme. Sabato trasferta a Lurano a domicilio della Pneumax.

© Riproduzione riservata
Commenti