Commenta

Comune e unioni
sindacali firmano
protocollo di intesa

Un protocollo che definisca  il Sistema di relazioni fra Amministrazione Comunale e le Segreterie di CGIL, CISL, UIL Confederali e di Categoria dei pensionati, nel quale tutti confermano e qualificano la struttura dei rapporti definendone gli ambiti, le modalità e i tempi.

Il Comune di Crema riconosce la funzione di rappresentanza degli interessi generali svolta da CGIL, CISL e UIL e dalle categorie dei pensionati . Un ruolo che è dato dal mandato di rappresentanza che le organizzazioni  maggiormente rappresentative ricevono dai lavoratori e dai cittadini che le rendono interlocutori privilegiati in grado di indicare adeguatamente i bisogni e le esigenze della comunità territoriale.

Il Comune di Crema, visto il cambiamento del quadro demografico e sociale, il perdurare della crisi economica e le ricadute sul territorio degli interventi di riordino istituzionale per effetto di normative nazionali e regionali, riconosce la contrattazione territoriale quale “strumento” che può riqualificare il welfare locale, promuovere le politiche attive per il lavoro, tutelare l’occupazione, riorganizzare/ottimizzare la spesa pubblica e dare puntuali risposte alle sempre più articolate e pressanti domande dei cittadini;

Dal canto loro le organizzazioni sindacali riconoscono al Comune di Crema, l’importante ruolo di programmazione e coordinamento nella delicata fase di riordino istituzionale.

Le parti hanno quindi deciso di concordare confronti periodici per attuare nel territorio, gli obiettivi del protocollo ANCI, della presente intesa e dei futuri accordi che le parte vorranno sottoscrivere; garantire un confronto preventivo sui temi di contrattazione territoriale sopra menzionati e su tutte le tematiche che il Comune di Crema o i sindacati tendono affrontare i cui effetti ricadono sulle persone e sulle famiglie del territorio; di prevedere almeno due incontri all’anno prima dell’approvazione dei bilanci preventivo e consuntivo e di approfondire tutti i capitoli di spesa i cui effetti ricadono sulle persone e sulle famiglie del territorio con gli assessorati di competenza.

© Riproduzione riservata
Commenti