Scuole
Commenta

'Le api e il miele': apicoltori in cattedra con il progetto didattico Campagna Amica

Una mattina alla scoperta delle api, del loro mondo operoso e dei preziosi prodotti che ne derivano. “Le api e il miele” è stato il titolo dell’incontro vissuto dagli alunni delle classi quarta della Scuola primaria di via Curtatone e Montanara a Crema, dell’Istituto Comprensivo “Nelson Mandela”, nell’ambito del progetto di educazione agroalimentare  “La campagna nel mio piatto”, che sta portando le aziende agricole di Coldiretti-Campagna Amica nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Cremona.
In cattedra, per questa specialissima ‘lezione’, c’era l’apicoltore Gabriele Nichetti, titolare dell’azienda agricola “Fiore del Moso” di Crema, che produce miele e prodotti apistici, con una produzione interamente biologica proposta presso i mercati di Campagna Amica. Conquistando l’attenzione degli alunni, l’apicoltore ha dapprima raccontato il mondo delle api (argomento di grande interesse per i bambini, che hanno rivolto numerose domande) ed ha quindi accompagnato i suoi piccoli interlocutori in un viaggio alla scoperta dei diversi mieli, un itinerario che ha coinvolto la vista, l’olfatto, il gusto. Ci si è concentrati, in particolare, sul miele di acacia-robinia, sul millefiori e sul miele di castagno (prodotto dall’azienda Fiore del Moso attraverso il nomadismo degli alveari).
Il progetto di educazione agroalimentare prosegue con altre tappe e altri incontri. “Il cibo che nasce dalla nostra agricoltura è il grande protagonista del progetto che portiamo nelle scuole. I bambini scoprono come nascono il pane, la verdura e  frutta di stagione, ma anche la carne, le uova, i formaggi… insomma tutti i preziosi prodotti delle nostre aziende agricole. Questo avviene a partire dall’incontro fra agricoltori e alunni” spiega Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Cremona. “L’incontro si svolge in classe, ma anche nelle aziende o nei mercati di Campagna Amica. Dialoghiamo con i bambini sul fondamentale tema del cibo, sottolineando il valore della genuinità, dell’origine certa, della stagionalità, della garanzia di qualità e sicurezza che gli agricoltori sanno dare, con la professionalità e passione che pongono nel loro lavoro”.
Il percorso, che vede in prima linea le aziende di Campagna Amica, ha conquistato un posto nella graduatoria dei progetti di educazione agroalimentare regionali a cui ERSAF partecipa con un cofinanziamento, per conto della Direzione Generale Agricoltura di Regione Lombardia.

© Riproduzione riservata
Commenti