Cronaca
Commenta

Forza Italia senza seggio in Regione: Beretta deluso Donida: 'Spiace per Malvezzi'

Simone Beretta

“Sono amareggiato: il risultato del mio partito è stato pessimo”. E’ deluso Simone Beretta, candidato consigliere regionale per Forza Italia a Crema che non esita a definire il risultato provinciale (14%) “uno tsunami”.

“Per me stesso sono sereno, perché so di aver giocato fino in fondo la mia partita che era finalizzata a garantire un seggio a Forza Italia”. Un partita, però, disputata quasi più internamente al partito che neanche contro gli avversari: “Ho dovuto scontrarmi con gli amici cremonesi e ho impedito loro di escludere il cremasco”.

L’impegno politico del consigliere cremasco (che alle consultazioni regionali ha ottenuto 1.098 preferenze), comunque, non si esaurisce: “Sono e resto in campo per la bella politica e per il mio partito. Ora qualcun altro dovrà riflettere”.

Strascichi di dissapori che ormai si portano avanti da oltre un anno in casa Azzurra, dove i netti schieramenti non ne vogliono proprio sapere di abbattere i muri e, forse, è anche questo che non ha permesso di raggiungere un risultato brillante.

Ma per il coordinatore cittadino Gianmario Donida la percentuale di Forza Italia “è in linea quella nazionale e regionale. Anzi, se guardiamo alle amministrative di giugno abbiamo ottenuto 600 voti in più. Ovvio che si potesse fare meglio”.

Alla domanda sul perché il coordinamento cremasco abbia preferito sostenere un candidato cremonese piuttosto che il proprio, locale, Donida spiega che “Beretta si è autocandidato senza interpellare nessuno della direzione. Si è mosso da solo e non è stato l’unico”. La responsabilità sarebbe da ricondurre al coordinamento provinciale di Mino Jotta, perché “se avesse coinvolto quello di Crema si sarebbe potuti arrivare a una candidatura unitaria”.

“Mi dispiace che Malvezzi sia fuori dal Consiglio – ha concluso Donida – ha lavorato molto bene in questi anni e spero prosegua l’impegno politico”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti