Commenta

Le foto della 'vecchia'
Crema sul web grazie al
Centro Ricerca Galmozzi

Il Centro Ricerca Alfredo Galmozzi di Crema, a partire dal ricchissimo fondo di fotografie di Crema e del Cremasco lasciato in eredità da Alfredo Galmozzi ha arricchito nel corso degli anni il proprio patrimonio fotografico relativo al territorio. Nel contempo ha provveduto, negli anni scorsi, alla digitalizzazione di questo materiale documentario, che ammonta ormai a circa 10 mila fotografie.

Questo lavoro di raccolta, conservazione, valorizzazione e divulgazione di un materiale prezioso e suggestivo, fondamentale per ricostruire
le vicende nel territorio Cremasco nel corso del Novecento, compie in queste settimane un ulteriore passo: quello della messa “in rete”. Un passaggio fondamentale per consentirne al maggiore fruizione possibile.

Il progetto, che abbiamo chiamato “Sguardi su Crema. Fotografie, video e documenti in rete” è coordinato da Stefano Perulli e si avvale del supporto informatico di SicapWeb. Nelle prossime settimane sarà perciò possibile consultare attraverso il web, accedendo al sito
del Centro (www.centrogalmozzi.it), le fotografie, ciascuna delle quali corredata da una scheda illustrativa del soggetto, dell’origine e delle caratteristiche “fisiche”.

Ciò permetterà di compiere un ideale “viaggio nel tempo”, addentrandosi nei tanti aspetti e nelle tante vicende della storia cremasca del secolo scorso. Le fotografie saranno liberamente scaricabili in una buona risoluzione a condizione che per il loro utilizzo venga citata la fonte. Si tratta di un materiale prezioso: per la ricerca storica sul territorio, per l’attività didattica con gli studenti, per gli operatori culturali e per tutti quanti vogliono promuovere la conoscenza del Cremasco.

La presentazione del progetto con l’avvio della “messa in rete” del materiale fotografico è prevista per giovedì 1 marzo alle 15 presso la sala cremonesi.

© Riproduzione riservata
Commenti