Ultim'ora
Commenta

Sconfitta immeritata per
il Crema, che cede
di misura col Pontisola

Una partita giocata con carattere, cuore e tecnica. Ma non è bastato nemmeno questo al Crema, che oggi ha visto di fronte a sé un vero e proprio muro costruito dal portiere del Pontisola Pennesi, che in almeno tre occasioni si è superato miracolosamente salvando la propria porta. Sconfitta per 1 a 0 per i nerobianchi, che subiscono il gol decisivo al 45’ del primo tempo sul primo tiro in porta degli avversari. 
Il primo tempo inizia a ritmi blandi da entrambe le parti. La prima vera occasioni arriva al 23’, ed è per il Crema, con Tonon che da fuori area mette a segno un gran tiro, ma Pennesi si allunga e para. Al 29’ Pennesi si supera negando il gol a Bahirov, che da distanza ravvicinata gira perfettamente in porta di testa un suggerimento di Pagano. È poi lo stesso Pagano al 37’ a colpire a rete con una gran bordata, ma di nuovo Pennesi tira fuori il meglio di sé e si stende in un tuffo miracoloso. Al 39’ ci prova Erpen da fuori area, ma il suo tiro è centrale. Al 45’ il primo tiro in porta del Pontisola si trasforma in un gol, con Pedrocchi che si smarca in mezzo all’area e colpisce al volo battendo Marenco.
Nel secondo tempo la prima occasione è all’8’, con Bahirov che raccoglie un pallone dal corner e batte a colpo sicuro, ma il suo tiro viene respinto dalla difesa. Al 18’ un brivido per il tiro di Donida che finisce in rete, ma il gioco era stato fermato per fuori gioco. Unico momento di superiorità del Pontisola in tutta la partita, anche a causa di un fisiologico rifiatamento del Crema, si ha intorno al 30’ del secondo tempo: al 28’ un tiro di Ruggeri viene parato da Marenco; al 29’ il portiere del Crema si distende su un tiro di Ferreria Pinto; al 32’ poi sul colpo di testa di Recino Marenco sfiora con la punta delle dita e allunga la palla contro la traversa. Torna poi all’arrembaggio il Crema fino alla fine della partita: al 34’ un tiro da fuori di Mantovani impegna Pennesi in due tempi, con Pagano che per poco non interviene sulla respinta. Al 48’ è poi ancora Pagano, nell’assedio finale nerobianco, ad andare vicinissimo al pareggio con un colpo di testa da distanza ravvicinata, ma ancora una volta Pennesi si supera e nega il gol al Crema.
Il presidente Zucchi a fine partita si dice «ampiamente soddisfatto del gioco fatto vedere dal Crema. Purtroppo abbiamo perso, e questo lascia l’amaro in bocca. Ma la squadra ha ben giocato, sia dal punto di vista tecnico-tattico, sia dal punto di vista del carattere. Non ho timore a dire che perfino un pareggio oggi sarebbe stato stretto al Crema. Non abbiamo fatto gol solo per la straordinaria bravura del portiere avversario. Ritengo che la squadra abbia intrapreso un nuovo percorso e che presto ci farà uscire dal vortice in cui siamo caduti, soprattutto dal punto di vista della classifica. Vedo grande impegno da parte dei ragazzi, vedo serenità riacquisita, vedo entusiasmo, e vedo anche quel briciolo di cattiveria necessaria. Penso che presto usciremo da questa situazione».

© Riproduzione riservata
Commenti