Commenta

Falda inquinata nel Cremasco:
i sindaci dell'Area Omogenea
scrivono a Provincia e Arpa

La vicenda dei pozzi inquinati in alcuni Comuni dell’alto Cremasco ha destato anche la preoccupazione dei sindaci dell’Area Omogenea. “Siamo preoccupati per la situazione e per la salute dei cittadini residenti, oltre che per le eventuali ripercussioni sulla catena alimentare”.

I valori di Tricloroetano (TCM) e Tetraclorobemzemi (TCB) sono risultati essere ben oltre il limite consentito, dopo i controlli effettuati lo scorso 29 gennaio su tre pozzi ubicati in territorio cremasco.

I sindaci hanno dunque chiesto all’Arpa e alla Provincia di Cremona una informativa ufficiale su quanto riscontrato nel nostro Territorio e precisamente: le analisi eseguite, risultati e tempi di esecuzione; ma anche le eventuali azioni intraprese e la valutazione dei rischi, oltre alle azioni di contrasto da poter metter in atto per contrastare l’espandersi dell’inquinamento e la bonifica di falde e terreni.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti