Commenta

Prime multe per abbandono
di rifiuti: le fototrappole
'beccano' i furbetti

A destra l'immagine ripresa dalla fototrappola

Lo scorso novembre il Comune ha siglato una convenzione con Linea Gestioni, in stretta collaborazione con la Polizia Locale, per utilizzare in comodato d’uso due fototrappole per sanzionare coloro che si macchiano dell’abbandono illecito di rifiuti.

I due dispositivi, posizionati dalla polizia locale di volta in volta in luoghi diversi, hanno già catturato alcuni scatti inequivocabili, grazie ai quali la persona viene riconosciuta e fanno da prova per i verbali e la sanzione comminata. Questi strumenti in grado di fotografare e filmare in ore notturne, di inviare in tempo reale le immagini e di conservarle in una memoria, si stanno dimostrando un sistema efficace di contrasto ai reati ambientali.

“Il nostro impegno contro l’abbandono dei rifiuti prosegue, e alziamo l’asticella”, commenta l’assessore all’Ambiente, Matteo Piloni. “La cura dell’ambiente passa da diverse azioni, sia educative che di contrasto, e anche di reazione e collaborazione della cittadinanza: dall’agente ambientale, all’azione di pulizia della Paullese, e le ecoazioni. Ma abbiamo puntato anche sulle fototrappole, con le quali stiamo “beccando” chi abbandona i rifiuti. Su questo tema non si arretra, anzi, si avanza. Con tutto ciò di cui si può disporre, per combattere e punire chi abbandona i rifiuti e sporca la nostra città. I furbetti sono avvisati”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti