Commenta

Forza Italia boccia il Bilancio
di previsione: 'Non tornano
né temi né conti'

Beretta, Zanibelli, Agazzi

Un Bilancio di previsione “fermo al palo per numeri e idee”. Si può riassumere così la lunga conferenza stampa di questa mattina che ha visto protagonisti i consiglieri comunali di Forza Italia.

Bocciato in toto, dunque, il documento redatto dall’Amministrazione Bonaldi “bis” che secondo il capogruppo Antonio Agazzi “riconferma linee politiche non certo lodevoli, pur trovando qualche elemento di differenziazione rispetto ai 5 anni precedenti. Ad esempio, noto che si parla molto meno di integrazione e luoghi di culto…”.

I consiglieri mettono sul piatto tutto: dalla gestione del Welfare, all’Università “i cui risultati con UniMi si devono solo all’impegno dei consiglieri regionali e dell’università stessa”. La Cultura, secondo i forzisti, deve tornare a vedere protagonista il Sant’Agostino “non il teatro San Domenico”. Agazzi pone poi l’accento sull’illuminazione pubblica: “Crema è più buia di prima da quando hanno posato i led. E dato che hanno legato questo tema alla sicurezza non si può dire che la percezione della stessa sia migliorata”.

Un’ampia critica è stata avanzata all’assessorato ai Lavori Pubblici, a partire dalla riqualificazione di Piazza Garibaldi. “Credo che l’idea di base, pur non essendo prioritaria per Crema, sia condivisibile. Ma mi preoccupa il fatto che sarà gestita da Bergamaschi. Non vorrei mai che i cittadini debbano sopportare un’altra odissea come quella di piazza Giovanni XXIII”, ha affermato Agazzi.

L’assessore, inoltre, “dovrebbe adottare un piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Perché vanno bene le iniziative di sensibilizzazione, ma poi è necessario agire”. Medesimo discorso per i cimiteri, “che richiedono una forte manutenzione, specie quelli dei quartieri”.

Ma i consiglieri non risparmiano nulla neppure a Matteo Piloni, “inconcludente all’Urbanistica e assessore all’Ambiente totalmente inesistente, dati i livelli delle polveri sottili”.

Agli Azzurri non tornano i temi, ma neppure i conti, come fa notare Laura Zanibelli: “Oggi in “cassa” per gli investimenti restano 1.320.000 euro parcheggiati in Cremasca Servizi e 1.500.00 di euro di Avanzo di Amministrazione. Loro intendono spenderli per piazza Garibaldi (650.000), per via Enrico Martini (500.000) e per la zona ZTL (350.000) quando sono ben altre le esigenze della città”.

Simone Beretta sottolinea l’estremo bisogno di dialogo che l’Amministrazione deve avere con le minoranze, specie per la questione più spinosa nelle mani della giunta Bonaldi: il sottopasso veicolare. “Non potranno prescindere da un dialogo, men che meno se c’è necessità di interloquire con Regione o altri Enti. Lo dico con determinazione – ha concluso Beretta – Noi siamo disponibili”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti