Commenta

Taglio degli alberi, Ardigò
(Verdi) e Serena (Prc): 'A Crema
necessario censimento arboreo'

“Il taglio degli alberi in città andrebbe effettuato con molta più cautela e gradualità ma sopratutto solo in casi veramente necessari e comprovati da studi approfonditi”. A denunciarlo Andrea Serena del Prc, che è intervenuto dopo i lavori effettuati in via Bottesini e via Inzoli. “Sarebbe bello sapere chi ha effettuato il sopralluogo e quale documentazione tecnica abbia prodotto per giustificare un simile scempio, infatti mentre è possibile che qualche pianta si possa ammalare ci risulta molto difficile una tale epidemia circoscritta a vie specifiche, ci risulta strano che contemporaneamente le piante siano giunte tutte assieme alla fine del loro ciclo vitale e ci risulta infine strano che questi alberi, peraltro spesso lontani dalle abitazioni, rappresentassero questo alto pericolo”.

A dare man forte alle parole di Serena c’è Gianemilio Ardigò, dei Verdi Europei: “Siamo di fronte all’ennesimo scempio senza nessuna alternativa se non quella di piantumare alberi che abbiano le caratteristiche di scarsa manutenzione, crescita lenta, assenza di foglie e inevitabilmente di assenza di ossigeno. Piacerebbe sapere se sia stato fatto uno studio dell’esistente, una pianificazione nel tempo di taglio selettivo, il numero di piante e della scelta delle nuove essenze”.

La proposta è dunque quella di effettuare un censimento arboreo dell’esistente, “come chiediamo venga fatto da anni, così da poter verificare presunte o vere malattie”. Un censimento che, secondo Ardigò, permetterebbe anche di aumentare il numero e il tipo di piante scegliendo aree più o meno idonee, ma questo vuol dire pianificare e pensare al futuro”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti