Ultim'ora
Commenta

Maltempo in arrivo: pronta la
task force di uomini e mezzi.
Da domani attivo il piano neve

L’inverno è arrivato e secondo le previsioni meteo anche a Crema potrebbero iniziare a cadere i primi fiocchi di neve. E’ infatti prevista per domani una perturbazione significativa che porterebbe nuovamente il maltempo sul nostro territorio.

Comune pronto all’emergenza con il piano neve, redatto da Lgh che si occupa di attuarlo su input degli Uffici tecnici comunali. Il piano neve sarà valido a partire da venerdì 1 dicembre 2017 fino al 28 febbraio 2018.

23 le lame per pulire le strade e 6 gli spargisale. 4 i mezzi (spargisale e lame) per le piste ciclabili, mentre 2 spazzaneve manuali saranno pronti a entrare in azione sui marciapiedi e nei vicoli più stretti. Un piano che coinvolge in tutto 6 tecnici e 56 operai, oltre agli autisti dei mezzi sopracitati.

Per attuare le operazioni la città viene suddivisa in 19 zone, ciascuna assegnata a una task force di uomini e mezzi. La precedenza viene assegnata a cavalcavia, sottopassi, accessi scuole e uffici pubblici (nei giorni feriali), cimiteri e chiese (nei giorni festivi). Il servizio è attivo h24 a disposizione di Comune, Forze dell’Ordine, Protezione Civile. Per i cittadini è attivo invece il numero verde 800.904858 disponibile anch’esso 24 ore su 24.

Il piano neve si articola in 3 fasi: prima, durante e dopo la nevicata:

  • Quando le previsioni meteo annunciano possibili nevicate sul nostro territorio, vengono posti in stato di allerta gli uffici del Comune, della Protezione Civile, di Linea Gestioni e vengono attivati i mezzi spargi-sale per la salatura e/o sabbiatura di strade e marciapiedi
  • Durante le nevicate intense viene attivato il servizio di sgombero neve che, dopo un primo passaggio su tutte le strade cittadine, si concentra sulla viabilità principale per garantire gli spostamenti in città e per garantire l’accessibilità ai luoghi pubblici (scuole, parcheggi, cimiteri). Rientrata l’emergenza si avvia lo sgombro neve dalla viabilità secondaria e di quartiere. Nel frattempo il piano prevede un controllo del pericolo di eventuali crolli da accumulo di neve.
  • Al termine della nevicata si terminano le operazioni di sgombero neve e il rientro in azione dei mezzi spargi-sale per evitare il pericolo dalla possibile formazione di ghiaccio

ab

© Riproduzione riservata
Commenti