Scuole
Commenta

Giornata contro la violenza sulle donne: lo Sraffa all'iniziativa del Cisl

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’IIS Sraffa ha risposto alla proposta della Cisl e del coordinamento donne Fim Cisl Asse del Po, partecipando all’iniziativa che si è svolta questa mattina, presso il Teatro Sacro Cuore di piazza Fulcheria.

Nel corso della mattinata il Teatro di educazione e cultura sociale, fondato nei mesi scorsi da alcuni dirigenti della Fim Cisl Asse del Po, ha proposto agli studenti dello Sraffa, “Anima recisa”, il racconto di uno stupro, adattato nei contenuti all’età del target di riferimento. Nel monologo di Monica Tonghini di Rete Donne Fim Cisl Asse del Po, la violenza subita a Milano nel 1973 da Franca Rame: una storia ricca di significati, con l’obiettivo di indurre negli studenti una profonda riflessione sul tema della violenza di genere, come ha ricordato Pietro Fischietti, docente di italiano che cura le iniziativa di educazione alla legalità dello Sraffa, all’interno delle quali si inserisce la manifestazione odierna

La mattinata ha visto la partecipazione di Giuseppe Demaria segretario generale Cisl Cremona e Giovanna Gaudenzi coordinatrice Rete Donne Fim Cisl Asse del Po, oltre a quella dell’assessore alla cultura Emanuela Nichetti, la quale ha portato i saluti dell’amministrazione comunale. La giornalista Chiara Delogu ha moderato il dibattito seguito alla rappresentazione teatrale, che ha visto la partecipazione attiva degli studenti.

Per Giovanna Gaudenzi, si è trattato di un’iniziative simbolica, che si inserisce in un percorso più articolato, con il sindacato impegnato a portare avanti relazioni con il territorio, in questo caso con la scuola ed il comune, con un duplice obiettivo: fare rete e interrogarsi sulla necessità del contatto diretto con i giovani, ponendo al centro il ruolo della persona.

“Vogliamo avviare un ragionamento sul pregiudizio e sulla mancanza di rispetto in generale e, visto la ricorrenza di oggi, sulle donne” ha chiarito Giovanna Gaudenzi, ricordando l’importanza della collaborazione con le scuole, ed in particolare con l’istituto Sraffa-Marazzi, con il quale si stanno implementando iniziative di alternanza scuola-lavoro.

Manifestazioni come quella di oggi, devono servire a promuovere nelle giovani generazioni un cambiamento del pensiero e anche dei linguaggi, perché “le parole possono trasformarsi in azioni”, ha concluso Giovanna Gaudenzi.

© Riproduzione riservata
Commenti