Commenta

'Lo Spazio', Centro Diurno per
minori decretati realizzato dalla
Comunità Sociale Cremasca

“Lo Spazio”. Un luogo pensato e voluto come una casa, dove i ragazzi possano sentirsi accolti e stare bene. E’ la filosofia alla base del nuovo Centro Diurno per minori decretati, il primo nella provincia di Cremona, che è stato inaugurato ieri presso le strutture del San Luigi a Crema.

Il progetto è stato avviato dalla Comunità sociale Cremasca, che hanno in carico la tutela dei minori per tutto il Distretto Cremasco, all’interno del più ampio progetto “C.L.A.C. – Comunità di Legami, Adolescenti al Centro” di Fondazione Cariplo. L’obiettivo della sperimentazione, che potrebbe essere un modello anche per altre realtà, è quello di garantire ai minori in condizioni di disagio uno spazio tutelante e di socializzazione per arginare il rischio di “abbandono educativo”.

“I ragazzi usufruiranno del centro durante la giornata e la sera, dopo cena, ritorneranno a casa – ha spiegato la presidente di Comunità Sociale Angela Beretta – E’ un modo, questo, di evitare lo strappo con la famiglia a quei minori sottoposti a provvedimento dell’autorità giudiziaria”. Una modalità che riesca ad accompagnare il percorso educativo senza sradicare i ragazzi dal proprio contesto famigliare, scolastico e, in generale, di relazioni e punti fermi.

Presente all’inaugurazione anche il sindaco Stefania Bonaldi e il vescovo Daniele Gianotti, che ha sottolineato più volte la bellezza del progetto, “avviato grazie a una collaborazione stretta tra le varie realtà del territorio, istituzioni comprese. Il mio augurio è che questo diventi un luogo accogliente”.

Il centro diurno, come ha ricordato il direttore della comunità Sociale Davide Vighi, “è anche un modo per offrire ai giudici un’alternativa all’allontanamento totale dalla famiglia d’origine”. Sì, “perché questa è l’estrema ratio per tutelare il minore. Non è una punizione, ma la necessità di un percorso educativo e di tutela” ha fatto eco il sindaco rifacendosi al recente caso di cronaca riguardante un 15enne cremasco.

“Lo Spazio” accoglie, da oggi, 4 ragazzi che a breve diventeranno 10. Avranno a disposizione una grande sala da pranzo con divano e maxi schermo, una cucina (i pasti saranno distribuiti tramite servizio mensa, ndr), uno spazio per i compiti e una sala ricreativa dove fare yoga, musica e ginnastica. La gestione del Centro è stata affidata al Consorzio “FA – Famiglie e Accoglienza” di Brignano Gera d’Adda.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti