Commenta

La Pergolettese batte Pro
Patria: 90 minuti di dominio
sul campo del Voltini

C’e voluta la miglior Pergolettese della stagione, per superare l’imbattuta capolista Pro Patria. Sapendo di essere arrivati alla partita di non ritorno, perche’ un eventuale risultato negativo avrebbe creato una forbice incolmabile i gialloblu’ sono scesi in campo determinati, pronti a lottare su ogni pallone,  costringendo i bustocchi a rintanarsi nella loro meta’ campo, senza riuscire a capire come poter ribattere alle insistenti e continue azioni d’attacco di Manzoni e Co. ,che per tutto il primo tempo hanno surclassato gli avversari. Il risultato ad occhiali al termine della prima parte di gara e’ parso molto stretto per i padroni di casa, che hanno potuto recriminare per diverse occasioni sprecate per poco. Gia’ al 10’, al termine di una ubriacante azione capitan Manzoni (tra i migliori in campo) arrivato al limite ha fatto partire un bolide respinto coi pugni da Mangano sui piedi di Ferrario che ha calciato in rete; il direttore di gara su segnalazione del guardalinee ha pero’ annullato la segnatura. Dopo soli 3 minuti ancora l’accoppiata Manzoni – Ferrario ancora in evidenza, con quest’ultimo che e’ arrivato con un soffio di ritardo nella deviazione in rete. Al 41’ la piu’ ghiotta occasione con Pedrabissi che, lanciato in verticale da Piras, ha calciato sul portiere in uscita. Nella ripresa, capendo che con questo atteggiamento i propositi di un risultato positivo sarebbe stato difficile da ottenere, la Pro Patria e’ partita con un piglio diverso costringendo i padroni di casa alla fase difensiva. L’unica occasione creata e’ arrivata al 52’ con Molnar che si e’ trovato inaspettatamente un pallone tra i piedi, filtrato tra le maglie dei difensori di casa dopo un calcio di punizione e una schizzata fortuita davanti a Leoni. Il difensore non e’ stato lesto e il portierino gialloblu’ ha sventato la minaccia. Da quel momento in poi e’ stata la Pergolettese a ritornare in cattedra e , dopo una mancata deviazione di Pedrabissi in area su un assist di Dragoni (polmone inesauribile anche oggi), e’ arrivato il gol vittoria con bomber Ferrario che da attaccante di razza ha deviato in rete di piatto destro un lancio dalla sinistra di Boschetti. Tra l’entusiasmo generale dei tifosi, che e’ diventato il dodicesimo uomo in campo,  l’equipe diretta dalla panchina da mister Curti, ha controllato ogni tentativo della Pro Patria di avvicinarsi all’area gialloblu’ e, nonostante i numerosi cambi effettuati da Jarvocic con tutte le punte a disposizione in campo, ha portato in porto la preziosissima vittoria. Ora il compito principale sara’ mantenere la concentrazione  e la tensione agonistica mostrata contro la Pro Patria e preparare al meglio il derby contro il Crema che si giochera’ probabilmente (si attende solo l’ok definitivo della Lega) sabato sera alle 20:30.

© Riproduzione riservata
Commenti