Commenta

Crema battuta dalla Bustese
per 0 a 2. Porrini: 'Niente alibi,
gioco senza convinzione'

Trasferta amara per l’AC Crema 1908 che a Busto Garolfo rimedia a sorpresa una sconfitta per 0-2 con i gol di Frulla e Santonocito nella seconda frazione di gioco mentre sullo 0 a 0 è stata annullata per fuorigioco una rete all’attaccante nerobianco Nicolò Pagano.

«Abbiamo pagato la scarsa motivazione e la superiorità agonistica degli avversari che hanno dimostrato di avere più rabbia e più convinzione» commenta duramente mister Sergio Porrini. «Il Crema non ha scusanti ed è inutile cercare alibi, ho visto una squadra irriconoscibile che non ha lottato come sa fare».

Avvio del match molto critico per i nerobianchi che subiscono il gioco della Bustese Milano City con Marenco che per ben tre volte salva il risultato. Padroni di casa molto incisivi grazie alle incursioni di Santonocito, migliore in campo, ben supportato dal compagno Traini e da un centrocampo propositivo. Dopo i primi 25’ il Crema alza la testa con Mandelli che serve fulmineamente Pagano ben posizionato nell’area avversaria: stacco di testa e pallone che si infila nel sette alle spalle di Sommariva. Ma per l’arbitro Porcheddu il gol non è valido a causa del fuorigioco segnalato tempestivamente dal guardialinee. Il Crema riparte con azioni di Tomas, Biraghi e Porcino che arrivano al tiro in prossimità della porta avversaria. Ma un Sommariva ispirato si oppone ripetutamente. Si concludono i primi 45’ a reti inviolate.

Partenza a razzo della Bustese nel secondo tempo. Subito dopo il fischio d’inizio dialogo efficace di Traini e Santonocito. Il pallone giunge sul piede di Frulla, libero davanti a Marenco, che spara a in porta. E’ 1 a 0 per la squadra padrona di casa. Reazione del Crema con Porrini che inserisce Bahirov, Tonon e il giovane Capuano che ha militato nella primavera della Lazio. Ma i nerobianchi si sbilanciano troppo e con un contropiede da manuale la Bustese trova il raddoppio. E’ Santonocito a siglare la rete. E’ 2 a 0. Il risultato rimane invariato fino al triplice fischio finale.

© Riproduzione riservata
Commenti