Commenta

Pareggio tra Crema e
Scanzorosciate. Finale rovinato
dall’espulsione di Massoni

Finisce 1 a 1 la partita al Voltini tra Crema e Scanzorosciate. Equilibrio in campo nel primo tempo, senza evidenti palle gol per nessuna delle due squadre. Nonostante la conferma da parte di mister Porrini del modulo risultato vincente nelle ultime due partite, con Massoni e Scietti centrali e Stankevicius laterale, Porcino-Mandelli-Gomez a metà campo, e tridente con Marrazzo centrale in avanti, i nerobianchi sembrano meno brillanti nella prima frazione di gioco. Poi nella ripresa il Crema agguanta subito il vantaggio con Marrazzo e sembra di poter portare a casa il risultato; ma l’ingiustificata espulsione a Leonardo Massoni penalizza i nerobianchi, che in dieci subiscono poi il gol del pareggio.
La prima occasione nel primo tempo è per i nerobianchi, con Tomas che prova al 5’ un tiro da fuori e Stuani para in due tempi. Al 14’ palla pericolosa per lo Scanzorosciate, ma nulla di fatto; al 18’ ancora gli ospiti in avanti, con una conclusione alta di Giangaspero. Al 22’ Mandelli mette un pallone a centro area e Gomez non intercetta per poco di testa, mancando un’occasione che sarebbe stata molto ghiotta. Al 30’ ottima uscita di Marenco a sventare un’azione d’attacco dello Scanzorosciate. Poi tre occasioni per il Crema: al 34’ ottima conclusione di Tomas da fuori area, fuori di poco; al 37’ tiro di Gomez, e parata in due tempi di Stuani; al 38’ bellissmo assist a centro area di Porcino, ma Marrazzo manca il pallone di pochissimo. Ultima occasione per lo Scanzorosciate al 39’ con un tiro di Spampatti che finisce largo.
Il secondo tempo inizia alla grande per il Crema: Marrazzo riceve un pallone in area, riesce a liberarsi molto bene del difensore, ma viene atterrato e l’arbitro indica senza indugio il dischetto. È lo stesso Marrazzo a siglare dagli 11 metri e a portare i nerobianchi in vantaggio. Al 5’ reazione dello Scanzorosciate: tiro-cross di Corno che Marenco smanaccia in corner, e sul tiro dalla bandierina brivido in area nerobianca, con pallone che non viene però intercettato da nessun attaccante della squadra ospite. Al 19’ punizione di Biraghi, che Pagano cerca di deviare in porta di testa, ma il pallone si impenna. Al 22’ occasionissima per il Crema: palla tra i piedi di Mandelli che ha spazio davanti a sé, ma tira troppo piano e il pallone gli viene respinto. Al 31’ l’episodio che rovina il finale di partita: Massoni subisce un immeritatissimo secondo cartellino giallo, e il Crema rimane in dieci. Inferiorità numerica che viene pagata al 39’: tiro di Lamera parato molto bene da Marenco, ma il pallone respinto viene raccolto da Maietti che tira e pallone che carambola sul palo e poi sulla schiena del portiere nerobianco prima di entrare in rete. Ancora grande occasione per lo Scanzorosciate al 43’, con Scietti che salva sulla linea un tiro di Aranotu. Al 46’ gol annullato agli ospiti per fuorigioco di Paris.
Deluso mister Porrini a fine match: «A inizio secondo tempo sembravamo avere in mano la partita. Non abbiamo chiuso e poi abbiamo pagato tantissimo l’espulsione e l’inferiorità numerica. Il modulo delle due scorse partite non ha dato gli stessi effetti, e alcuni giocatori sono sembrati oggi sotto tono. Nonostante questo eravamo riusciti a prendere le redini del gioco. C’è dunque il rammarico per come la situazione si è invertita a metà secondo tempo. Non si può comunque parlare di due punti sprecati, anche per come poi siamo riusciti a difendere il pareggio negli ultimi minuti. Il modo  un po’ rocambolesco con lo Scanzorosciate è pervenuto al pareggio però è l’ennesimo episodio che ci lascia con l’amaro in bocca».

 

© Riproduzione riservata
Commenti