Commenta

La Pallacanestro Crema
vittoriosa a Palermo:
siciliani battuti 88 a 61

Un perfetto ultimo quarto, con una difesa asfissiante che ha lasciato solamente sette punti agli avversari, permette alla Pallacanestro Crema di incamerare due preziosissimi punti nelle trasferta di Palermo, contro i locali del Green Basket. I ragazzi di Salieri mantengono così il secondo posto in classifica e soprattutto mettono fieno in cascina, distanziando ulteriormente una probabile diretta concorrente per la salvezza, alla vigilia di due domeniche particolarmente impegnative, al cospetto delle due principali favorite per la promozione. Una buonissima prestazione di squadra ha esaltato il talento individuale di uno strepitoso Paolin, autore di una prestazione da 22 punti, otto rimbalzi e sette assists.

Crema parte con il quintetto “alto” con Poggi e Amanti in campo contemporaneamente. Peroni e Dagnello iniziano bene dal punto di vista realizzativo, replicando all’effimero vantaggio iniziale dei siciliani, ma i tre falli in meno di tre minuti del pacchetto lunghi costringono subito Salieri a rivedere i piani tattici, togliendo Poggi ed inserendo Ferraro.

Il temuto Venturelli non trova spazio nella difesa ospite, ma a creare problemi a Crema sono la prestanza fisica di Strotz e la sagacia di Gullo. Negli ultimi minuti del quarto Dagnello e Del Sorbo consentono ai rosanero cremaschi di chiudere alla prima sirena avanti di otto (18/26). Altra storia nella seconda frazione; il nuovo entrato Tabbi fa la voce grossa sotto le plance, Crema non trova il canestro per 2’20” e Palermo rimonta lo svantaggio.

Al 14′ il sorpasso di Palermo, con un parziale di sette a zero nel quale Venturelli fa la parte del leone. Amanti e Ferraro, non nella giornata migliore, faticano contro Tabbi. Ferraro paga anche l’inesperienza con un fallo tecnico in un momento critico della gara. L’incontro prosegue con le due formazioni che vanno al riposo lungo divise da un solo punto (38/37) frutto di una tripla di Andrea Lombardo allo scadere.

Al rientro dagli spogliatoi due triple di Peroni e Ferraro fanno ben sperare, ma due minuti di blackout costano un parziale di 11/0 che manda Palermo avanti di sette (52/45). È Paolin a suonare la carica con una tripla che apre un parziale di 10/0 in favore di Crema. La frazione è combattuta, ma l’equilibrio si rompe a due minuti dalla fine del quarto, dopo che Strotz riporta i suoi a -1. Da qui in avanti Palermo metterà a segno solamente sette punti in 12′.

Paolin mette a segno un 3+1 in stile Danilovic, seguito da cinque punti consecutivi di Poggi. È il break decisivo, Palermo sparisce dal parquet e Crema dilaga, chiudendo 88 a 61 un incontro equilibrato per 28′. Soddisfatto dalla prestazione e dal risultato coach Salieri:””Una vittoria importante, figlia di una grande difesa maturata nella seconda parte di partita. I ragazzi hanno buttato in campo tutta la voglia di vincere e un grande carattere “.

Ora tutta l’attenzione si sposta sul match di domenica contro la Baltur Cento, capoclassifica imbattuta del campionato, probabilmente la formazione più forte e completa del torneo. Grande merito dei ragazzi di Salieri aver trasformato questa partita in uno scontro tra prima e seconda, cosa poco pronosticabile solo un mese fa.

© Riproduzione riservata
Commenti